menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio a 5, Faventia in cerca di riscatto contro il Corinaldo

Dopo la falsa partenza in Coppa Divisione i manfredi vogliono invertire la tendenza e provare a conquistare la prima vittoria casalinga stagionale

Il Faventia è in cerca di riscatto. Dopo la falsa partenza in Coppa Divisione i manfredi vogliono invertire la tendenza e provare a conquistare la prima vittoria casalinga stagionale. L’occasione si potrebbe concretizzare già sabato pomeriggio al Palacattani, quando alle 15.00 la banda Placuzzi affronterà il Corinaldo nel match valevole per le qualificazioni al secondo turno di Coppa Italia.

Un impegno sulla carta abbordabile, reso però difficile dalla condizione non ottimale di alcuni dei giocatori più importanti. Karaja per esempio contro il Cesena ha giocato un tempo e mezzo prima di raggiungere il ritiro della nazionale albanese ed è tornato ieri dalla doppia amichevole internazionale con altrettanti minuti sulle gambe. Uno sforzo non indifferente che il tecnico Placuzzi dovrà tenere in considerazione se vorrà avere il difensore al 100% per la prima di campionato, sabato 6 in casa contro Gubbio. Altri bisognosi di riposo che hanno preso parte alla gara col Cesena sono stati Conti (entrato solo per i calci di rigore, ndr), Garbin e Samuele Barbieri, i quali durante la settimana hanno svolto lavoro differenziato e per i quali i tempi di recupero si sono allungati. Inoltre Lucas Braga è uscito malconcio dal derby ed è dovuto ricorrere ad esami strumentali che pur dando esito negativo hanno convinto lo staff sanitario a prescrivere all’attaccante italo-brasiliano alcuni giorni di riposo forzato.

Un quadro sconfortante dunque, che complica ancor di più i piani di mister Placuzzi, che però ha voluto ugualmente spronare i suoi in vista della gara di Coppa Italia: "Abbiamo avuto parecchie difficoltà in settimana - ha commentato il tecnico - e non siamo ancora al massimo della condizione, però dopo la sconfitta ai rigori per di più in un derby abbiamo voglia di riscattarci. La Società inoltre tiene molto alla Coppa Italia quindi sebbene la partita di domani sia difficile noi venderemo cara la pelle". La partita di Coppa Italia sarà l’ultimo “test” prima del campionato, altra competizione in cui il Faventia vuole fare bene, pertanto sarà importante arrivare alla partita col Gubbio al top della condizione sia fisica sia mentale: “Sabato contro Corinaldo vogliamo vincere - ha concluso Placuzzi - anche perché la settimana successiva inizia il campionato. Una vittoria in questo senso può far bene al morale consentendoci di approcciare la successiva partita col Gubbio nel modo migliore”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento