rotate-mobile
Sport

Calcio a 5, serie B: a Forlì c'è aria di derby per il Faventia

Con un comunicato pubblicato giovedì sulla propria pagina Facebook il Faventia ha annunciato che concluderà il campionato a Forlì.

Come da regolamento federale, le ultime due giornate sono da disputarsi obbligatoriamente in contemporanea, lo stesso giorno ed allo stesso orario. Per questo motivo, vista l’indisponibilità del Palacattani, che sabato e domenica ospiterà una torneo di scherma, il Faventia ha chiesto la possibilità di disputare l’ultima partita della regular season, ovvero il derby FAVENTIA-FORLI’ presso il Palamarabini di Forlì, dove abitualmente i galletti disputano le partite casalinghe.

A differenza degli anni precedenti però, questa volta Faventia e Forlì non si giocheranno praticamente nulla sul campo visto e considerato che già da 3 giornate i manfredi sono stati esclusi dalla corsa ai playoff e, al netto dell’ultima sconfitta collezionata sabato scorso in casa dell’Eta Beta Fano, i ragazzi di Castellani concluderanno la stagione al settimo posto in classifica, dietro al Cesena distante, per ora, 8 punti e davanti all’Alma Juventus distaccata di almeno 4 punti. Un discorso analogo investe anche i biancorossi guidati da Matteucci, i quali occupano l’ultima posizione in classifica ed a meno di un’improbabile vittoria con oltre 16 gol di scarto non riusciranno a superare Perugia.

“Non ci sono grosse novità rispetto alle ultime settimane - commenta Massimiliano Castellani, tecnico del Faventia - perché in termini di classifica e di risultati non cambierà nulla e perché purtroppo siamo molto contati a causa degli infortuni che hanno compromesso gran parte della stagione. Tuttavia Faventia-Forlì è pur sempre un derby ed è ovvio che puntiamo alla vittoria, per questo motivo schiereremo la squadra migliore in base ai giocatori che abbiamo a disposizione”.

L’inedita sfida tra le nobili romagnole, decadute in termini di risultati, dovrebbe però inevitabilmente comportare alcune scelte quantomeno differenti rispetto alle ultime partite. In casa Faventia infatti, complici le assenze di numerosi giocatori potrebbero trovare uno spazio significante il giovane Nico Leonardi, laterale offensivo classe 99 che aveva esordito in Serie B una settimana fa.

“Il fatto di fare cambi - continua Castellani - significa che si prova sempre a migliorare o nel caso di alcuni giocatori serve per farli crescere e maturare. Leonardi così come altri under, si allena con noi da Gennaio ed ha già esordito in Serie B dopo essersi ritagliato uno spazio importante a seguito dell’infortunio di Samuele Barbieri. Io lo considero un giocatore con un grande margine di miglioramento ed una maturità non comune per i ragazzi della sua età, quindi se le condizioni lo permetteranno non escludo la possibilità di schierarlo anche dal primo minuto”.

L’ultima giornata di campionato avrà inizio alle ore 16,00. Il derby verrà diretto dai fischietti veneti De Matteis di Mestre e Cigaia di Treviso. Al cronometro invece ci sarà Salicchi di Terni. Tra Faventia e Forlì i precedenti pendono significativamente dalla parte dei manfredi che nelle ultime tre stagioni non hanno mai subito sconfitte aggiudicandosi il "classico" 5 volte su 6. L'unico pareggio risale allo scorso Settembre quando in Coppa Italia le squadre impattarono sul 3-3.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio a 5, serie B: a Forlì c'è aria di derby per il Faventia

RavennaToday è in caricamento