rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Sport

Calcio, ci siamo: è arrivato il giorno del ritorno del Ravenna in LegaPro

Domenica sera i giallorossi ospitano la Fermana nel match d’apertura del terzo campionato nazionali, in cui si riaffacciano dopo sei anni. Mister Antonioli: “Non ci tremeranno le gambe”

Sei anni dopo, o se preferite 2.274 giorni dopo quel drammatico match di ritorno dei playout con il Sudtirol (era il 5 giugno 2011), il Ravenna riabbraccia il campionato di Serie C. E lo fa domani sera, al Benelli (inizio alle ore 20.30, biglietterie aperte dalle ore 18, direzione di gara affidata a Meraviglia di Pistoia, assistito da Garzelli di Livorno e Meocci di Siena), contro la Fermana nella sfida tra matricole del torneo. Per il sodalizio giallorosso è di sicuro un evento, un premio per la grande cavalcata compiuta nel primo quinquennio della sua attività (con tre promozioni all’attivo), ma anche un punto di partenza di un nuovo percorso che ha come obiettivo il consolidamento nel mondo del professionismo. E’ il giorno del debutto per tanti giocatori della rosa giallorossa e anche per mister Antonioli nel suo percorso da allenatore. “Non ho avuto tempo di pensare a questo – ammette – anche se non nego che un po’ di emozione la sento. Ho già frequentato la categoria da calciatore, ma sono molto contento di avere questa opportunità. Non mi tremeranno le gambe e sono convinto che non tremeranno neanche ai miei ragazzi”.

Il Ravenna è reduce da due partite ufficiali, quelle di Coppa Italia, molto valide. E se la regola del non c’è due senza tre viene confermata… “Il pre-campionato e la Coppa Italia ci hanno trasmesso fiducia – conferma il mister - ma adesso si entra nella fase della stagione che conta davvero e vogliamo partire bene in campionato. Iniziare con una vittoria sarebbe un ottimo punto di partenza: darebbe entusiasmo alla squadra e a tutto l’ambiente. Mi aspetto che i nostri tifosi ci stiano sempre vicini e non ci facciano mai mancare il loro sostegno”.

La Fermana è stata avversario dei giallorossi poco più di due mesi fa nel girone di Poule Scudetto e come il Ravenna si presenta ai nastri del campionato con un organico piuttosto rinnovato e con l’entusiasmo di chi ha ritrovato pure lei la Serie C, dopo un percorso di rinascita calcistica durato 11 anni. “Sulla carta è una sfida con una nostra diretta concorrente – osserva mister Antonioli – che presumo abbia i nostri stessi obiettivi e che, come noi, getterà in campo quella scorta di entusiasmo, di motivazioni e di voglia di fare bene che si porta dietro con la vittoria del campionato. Gioca col 4-3-3, che in fase difensiva diventa un 4-5-1 e ha due esterni pericolosi, che vanno tenuti d’occhio. Partita già importante; le premesse per fare bene ci sono tutte”.

Per la prima in campionato, mister Antonioli deve fare i conti con diverse assenze: i difensori Magrini e Lucarini e l’attaccante Broso. “Queste assenze mi preoccupano e ci condizionano, anche nell’ottica delle 5 sostituzioni possibili, che andranno a incidere sulla fisionomia del match. Spero di recuperarli tutti il prima possibile”.

La lista dei convocati
Portieri:
Gallinetta, Venturi.
Difensori: Barzaghi, Capitanio, Ierardi, Ronchi, Venturini.
Centrocampisti: Ballardini, Cenci, Lelj, Papa, Piccoli, Sabba, Selleri, Tabacchi.
Attaccanti: De Sena, Maistrello, Portoghese, Samb Fallou, Severini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, ci siamo: è arrivato il giorno del ritorno del Ravenna in LegaPro

RavennaToday è in caricamento