Sport

Calcio Eccellenza, trasferta a Sant'Agostino per il Faenza

A dirigere l’incontro Simone Baiocchi di Rimini coadiuvato dagli assistenti Nicolò Selleri e Fabio Sirna di Bologna

Dopo due pareggi senza reti, che hanno però mosso la classifica, il Faenza Calcio affronta domenica alle 14.30 la difficile trasferta a Sant’Agostino, la più antica società dilettantistica della provincia di Ferrara, fondata nel 1910. Obiettivo cancellare il brutto ricordo della partita d’andata, quando il Sant’Agostino si impose con tanti gol al Faenza incappato in una giornata storta. "Un’altra gara molto impegnativa -  dice mister Fulvio Assirelli - che affronteremo con equilibrio cercando di concretizzare le occasioni se si presenteranno. La classifica è ancora molto corta, per cui dobbiamo trovare qualche vittoria per cercare di allontanarci dalla zona calda”.

La formazione biancazzurra recupera il centravanti Bonavita che ha scontato due turni di squalifica, ma si presenterà priva dello squalificato Bertoni e degli infortunati De Luca e Lorenzo Franceschini, assenze molto pesanti. In forte dubbio diversi acciaccati. Nel Sant'Agostino, assenti per squalifica il centravanti Trombetta e il difensore Pallara. Il presidente Bruno Lenzi guida il Sant'Agostino  dal 2010. L’allenatore Riccardo Ghedini è al timone da due anni. Nel gruppo spiccano le individualità del portiere Costantino, dei centrocampisti Giuriola e Iazzetta, capitano, degli attaccanti Berto e Luigi Ciarlantini jr. figlio di Gigi, ex giocatore (Piacenza, Forlì, Catanzaro, in serie B con Campobasso, Pescara,) che allenò il Faenza per due anni in serie D al 2002 al 200. La squadra ha il soprannome di “ramarri” dal colore sociale, ripreso dal ramarro, sauro nobile di colore verde brillante, rapidissimo nei movimenti. A dirigere l’incontro Simone Baiocchi di Rimini coadiuvato dagli assistenti Nicolò Selleri e Fabio Sirna di Bologna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Eccellenza, trasferta a Sant'Agostino per il Faenza

RavennaToday è in caricamento