Sabato, 18 Settembre 2021
Sport Faenza

Calcio, il Faenza torna in campo per prepararsi al campionato di Promozione

Da una settimana è ripartito allo stadio “Bruno Neri” il Faenza calcio con l’avvio della preparazione al campionato di Promozione

Da una settimana è ripartito allo stadio “Bruno Neri” il Faenza calcio con l’avvio della preparazione al campionato di Promozione che inizierà domenica 12 settembre. Nei primi allenamenti sotto la guida del confermato allenatore Alessandro Moregola, i giocatori manfredi sono apparsi già in buone condizioni come confermato dai preparatori Francesco Di Nunzio per la parte atletica ed Edmondo Santarelli per i portieri.  A completare lo staff, sono il collaboratore Davide Foschini e Paolo Bulzacca, fisioterapista. 

Il Faenza è quasi lo stesso che fu fermato dalla ripresa della pandemia 10 mesi fa, quando era capolista solitario e imbattuto senza aver subito gol. Solo due le partenze: Montemaggi (al Reno Sant’Alberto) e capitan Missiroli (che farà una esperienza di studio e sport al college a Charlotte negli Stati Uniti). E’ compito degli esperti Manaresi, Gabrielli, Conti, Pioppo e Alessandro Albonetti, guidare il gruppo. Accanto a loro altri tre atleti giovani ma con diversi campionati alle spalle: Tommaso Errani, Francesco Lanzoni, sempre manfredo a parte una stagione al Solarolo, e il portiere Tassinari. Unico volto nuovo il ventunenne Riccardo Riviello che ritrova come compagni di squadra e non come avversari a livello giovanile i coetanei Bertoni, Giacomo Lanzoni, Venturelli, Ravagli tutti cresciuti nel vivaio manfredo e già protagonisti un paio di stagioni fa della vittoria titolo regionale Juniores, assieme ai ventenni Pietro Lanzoni e Nicola Albonetti.

Interessante il gruppo dei 19 enni: i difensori Ragazzini e Karaj, i gemelli d’attacco Mihail e Andrei Galatanu, la punta Fossi. A svolgere la preparazione anche i due portieri della Juniores, Luce e Servadei, e altri promettenti giovani: dai classe 2003 Betti e Costa, che hanno già esordito con successo, Assirelli, Monti e Vecchi, Bagnolini, e i 2004 Bosio, Morganti, Cassani, Savorani. Dopo la prima amichevole vinta 3-0 con il Fornace Zarattini (reti di Giacomo Lanzoni, Riviello e Missiroli, alla gara di addio), un triangolare il 28 agosto a Molinella con i padroni di casa e il Castel San Pietro. Il 1 settembre, partita in famiglia con il San Rocco sul campo di via Ravegnana. Domenica 5 la prima partita ufficiale a Osteria Grande, in Coppa Italia, a eliminazione diretta

“I ragazzi si sono presentati in buone condizioni atletiche e con la determinazione di riprendere il cammino forzatamente interrotto. E’ un gruppo con giuste caratteristiche tecniche e morali. – dice il tecnico Alessandro Moregola - Questo è un punto di partenza. La speranza è di completare finalmente un campionato. La squadra è competitiva e credo che potrà giocarsi le sue carte in un futuro che resta ancora pieno di incognite per i motivi esterni che tutti sappiamo”.

Questo quindi l’obiettivo per un Faenza che si avvia al traguardo dei 110 anni di storia nel 2022. Il direttore sportivo manfredo Nicola Cavina sottolinea con orgoglio che “moltissimi dei nostri giovani giocano con la nostra maglia fin quasi dalla scuola calcio, e questo è motivo di grande soddisfazione. Puntiamo sulla crescita di tutti questi ragazzi, che speriamo possa proseguire senza l’ostacolo della sospensione e interruzione dei campionati come è stato per le ultime due stagioni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, il Faenza torna in campo per prepararsi al campionato di Promozione

RavennaToday è in caricamento