menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio, Papa: "Dopo il pareggio col Cesena non abbiamo dormito due notti. Non firmo per un pareggio col Perugia"

L'INTERVISTA - "Sabato abbiamo una partita difficilissima, però poi andiamo ad Arezzo per lo scontro diretto, quindi ancora per fortuna dipende tutto da noi"

Saranno di fatto tre finali gli ultimi tre impegni del campionato del Ravenna. La vittoria di Imola ha rimesso in carreggiata i giallorossi, ancora ultimi ma ad un solo punto dall'Arezzo e quindi dai playout. Proprio la penultima giornata vedrà gli aretini ospitare i ragazzi di mister Colucci, dopo l'1-1 dell'andata al "Benelli". Con tre reti nelle ultime due gare (tra cui la doppietta nell'ultima vittoria per 2-0 a Imola) capitan Salvatore Papa si sta rivelando l'anima di questa squadra, che sabato sarà impegnata contro una big come il Perugia. Il classe '90 ai nostri microfoni esprime tutta la sua voglia di prolungare la stagione oltre il 2 maggio e giocarsi la salvezza ai playout.

Molti vi davano per spacciati, invece oggi siete a -1 dall'Arezzo. Questa vittoria contro l'Imolese può essere un punto di svolta per voi? Cosa vi ha dato moralmente, oltre ai 3 importantissimi punti?
"Sicuramente essere ancora lì ci dà una spinta per affrontare al meglio queste ultime tre partite. Eravamo consapevoli, visti i risultati del pomeriggio, che sarebbe stata la partita decisiva in quanto n caso di sconfitta saremmo stati tagliati fuori. Abbiamo giocato anche con quel pizzico di paura che ci ha fatto bene, l'importante è stare attaccati all'Arezzo e adesso anche all'Imolese, perché siamo a 3 punti da loro con gli scontri diretti a favore. Ancora è tutto da giocare, sabato abbiamo una partita difficilissima, però poi andiamo ad Arezzo per lo scontro diretto quindi ancora per fortuna dipende tutto da noi".

Può essere stata anche la rabbia accumulata dopo la partita contro il Cesena ad avervi assistiti in questa vittoria?
"Sicuramente, perché in molti per almeno un paio di giorni abbiamo fatto fatica a dormire la notte. Il pareggio di mercoledì scorso contro il Cesena è stato veramente duro da digerire, ma soprattutto poteva ammazzarci psicologicamente. Siamo stati bravissimi domenica a reagire e a riscattarci subito, perché poteva darci veramente una mazzata tremenda il pareggio col Cesena".

Per queste ultime tre partite, di fatto tre finali, c'è qualcosa in particolare su cui sta insistendo il mister?
"No, i discorsi sono sempre gli stessi. Speriamo di riuscire ad essere a livello mentale più liberi però allo stesso tempo più concentrati e attenti, perché abbiamo visto domenica che se stiamo concentrati per 95 minuti per gli altri è dura farci gol e creare occasioni pericolose. Il tasto in cui premere è la concentrazione tutti i 95 minuti".

A che punto di condizione siete dopo il rientro in campo post-Covid?
"Stiamo recuperando quasi tutti a livello fisico, il problema è che abbiamo un po' di infortuni. Quelli che sono rientrati dal Covid però iniziano a star meglio, non era facile soprattutto per chi ha avuto sintomi. Adesso stanno entrando in condizione e ci daranno una mano tutti quanti, perché da qui alla fine c'è bisogno veramente di tutti".

Firma per un pareggio contro il Perugia?
"Siamo in una posizione di classifica dove non possiamo pensare a niente, dobbiamo entrare in campo e cercare di fare il massimo per portare a casa i 3 punti ogni partita. Abbiamo fatto talmente male prima, che adesso siamo in una condizione in cui non possiamo far capo. Dobbiamo entrare in campo ogni settimana cercando di portare a casa i 3 punti, purtroppo sabato c'è il Perugia, che lotta per la vittoria del campionato. E' una delle squadre più attrezzate per andar su, sappiamo benissimo che non sarà facile, una partita complicatissima, però noi daremo tutto per cercare di vincere".

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento