rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Calcio

Promozione, Faenza beffato dallo Spiv all'ultimo minuto: non bastano 3 reti per evitare il ko

Se la squadra ravennate sorride, quella manfreda non può che rammaricarsi per la seconda partita persa in extremis

Questione di millimetri e di fortuna. Questo è il calcio. Quanto accaduto incredibilmente nell’ultimo minuto di recupero fotografa il match tra Faenza e San Pietro in Vincoli, vinto 3-4 dagli ospiti verde blu sui biancoazzurri. Un pareggio sarebbe stato il risultato più giusto per quanto accaduto, ma se la squadra ravennate sorride, quella manfreda non può che rammaricarsi per la seconda partita persa in extremis.

Il Faenza, a referto con 18 giocatori per numerose assenze dovute a infortuni, subisce nei primissimi minuti l’avvio deciso dello Spiv, al tiro con Benini e Matteo Casadio, che non danno problemi a Ravagli. Poi al 18’ i biancoazzurri costruiscono la prima occasione con Tuzio che dopo una bella iniziativa personale mette al centro un pallone invitante, ma Ferri è di poco in ritardo per la deviazione. Sei minuti dopo Giacomo Lanzoni si inserisce in verticale saltando gli avversari e regala in diagonale a Ferri un pallone solo da spingere in rete. Dopo un paio di ottimi interventi difensivi di Gabrielli e Navarro che sventano due incursioni degli ospiti, è ancora Giacomo Lanzoni a rendersi pericoloso con una conclusione che manda la sfera ad appoggiarsi sopra la rete. Il fantasista biancoazzurro non tarda a realizzare il successo personale grazie a Ferri che ricambia l’assist e gli regala un pallone invitante e perfetto per il 2-0. Lo Spiv però reagisce immediatamente e l’ex Gjordumi servito in corridoio da Pezzi, entra in area e batte Ravagli. Il Faenza sfiora il nuovo vantaggio con Giacomo Lanzoni, a cui dice di no il portiere Vernacchio e sulla ribattuta Matteo Casadio respinge il tiro del fratello Pietro.

A inizio ripresa lo Spiv parte con l’acceleratore premuto e ottiene già al 2’ il pareggio con Benini che non ha difficoltà da centro area a spedire in fondo al sacco un pallone ottimamente servito da Pezzi. Il Faenza ci prova con un sinistro del solito Giacomo Lanzoni, a cui risponde Vernacchio. Lo Spiv cerca spazi e li trova nelle ripartenze. L’ex Marocchi se ne va sulla fascia e rimette al centro dove Pezzi porta a spasso in area Ravagli, poi il pallone arriva a Khayat che trova il braccio di Navarro. Il calcio di rigore conseguente è realizzato con freddezza da Bergamaschi che spara la palla sotto la traversa. 2-3. La squadra biancoazzurra trova però la forza di reagire e ancora Giacomo Lanzoni è protagonista: su un errato passaggio all’indietro di Marocchi, si libera in percussione e in area viene steso da Vernacchio. Il fantasista manfredo realizza con sicurezza il penalty e porta in parità il punteggio: 3-3. I due contendenti continuano a darsi battaglia colpo su colpo. Una gran girata di Ferri trova la parata di Vernacchio, poi è Bergamaschi a impegnare Ravagli in una difficile respinta del pallone su cui si avventa Lucarelli che spedisce altissimo da due passi.

Nell’ultimo minuto del recupero succede l’incredibile. Alla fine di una veloce transizione Giacomo Lanzoni esplode un sinistro in diagonale con il pallone che colpisce il palo interno e torna in campo. Increduli i giocatori manfredi che, sul proseguimento del gioco, lasciano campo allo Spiv che sferra un terribile colpo da k.o.: Se ne va in velocità ancora Gjourdumi (abituato a punire la sua ex squadra), il portiere Ravagli esce per fermarlo quasi a metà campo, permettendo invece all’avversario di indirizzare la sfera verso la porta incustodita dove Lucarelli anticipa il disperato tentativo di recupero di Francesco Lanzoni e spedisce in rete per il 3-4 finale a pochi secondi dal termine. Prossimo match per il Faenza sabato 17 dicembre (ore 15), in trasferta a Solarolo, sul campo della capolista, certo non pronosticabile a inizio campionato, dove attendono un gruppo di ex: il mister manfredo Fulvio Assirelli, l’allenatore dei portieri Marco Visani, diventato anche dodicesimo per necessità e il portiere Tassinari, i fratelli Diego e Lorenzo Franceschini e l’attaccante Fagnocchi.

Tabellino

Faenza-Spiv 3-4

Faenza: Ravagli, F. Lanzoni, Venturelli, Gabrielli, Bertoni, Navarro, Tuzio (24’st Savorani), Betti, Ferri, G.Lanzoni, P. Lanzoni. In panchina: Focaccia, De Marco, Morganti, G.Errani, E.Ceroni, Emiliani. All. Folli

San Pietro in Vincoli: Vernacchio, Cobrescu, G.Casadio, Gavelli, M.Casadio, Bergamaschi, Marocchi (40’ st Dalla Malva), Khayat (45’ st Biserni), Pezzi (42’ st Zarelli), Gjordumi, Benini (22’ st Lucarelli). In panchina: A.Casadio, Petrosino, Poggi, Manfredi, Casanova. All. Vezzoli

Arbitro: Stanzani di Bologna – assistenti Forese e Samaritani

Reti: 24’ pt Ferri, 41’pt G. Lanzoni, 44’pt Gjordumi, 2’st Benini, 20’st Bergamaschi (r), 33’st G.Lanzoni (r), 48’ st Lucarelli

Ammoniti: Ferri, Navarro, Khayat, Vernacchio

Recupero: 0’-3’

Angoli: 8-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promozione, Faenza beffato dallo Spiv all'ultimo minuto: non bastano 3 reti per evitare il ko

RavennaToday è in caricamento