rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Calcio Lugo

L'idea di due giovani calciatrici: "Cerchiamo compagne per costruire una squadra a Lugo"

Marika Di Nella e Valeria Tafuri sono due giovani donne coetanee con la passione per il calcio. Da loro parte l'appello per ricreare a Lugo una squadra di calcio femminile

Marika Di Nella e Valeria Tafuri sono due giovani donne coetanee con la passione per il calcio. Da loro parte l'appello per ricreare a Lugo una squadra di calcio femminile, grazie al sostegno della polisportiva Lugo1982. Per ora il gruppo è composto da sette ragazze e l'appello, che il Comune di Lugo rilancia con l'assessora alle Pari Opportunità Anna Giulia Gallegati e il consigliere delegato allo sport Ivan Rossi, è rivolto a trovare altre compagne per realizzare il sogno di formare una squadra di calcio a 5 indoor. Un progetto che vuole contribuire ad abbattere i pregiudizi sul calcio femminile.

"In occasione della festa della donna, ricorrenza internazionale che ricorda l’importanza della lotta delle donne per i diritti, l'emancipazione e le conquiste sociali, abbiamo scelto di affiancarci all’appello e desiderio di queste giovani donne di dare vita ad una squadra di calcio femminile supportate dalla società Lugo 1982 - spiega l'assessora alle Pari Opportunità Anna Giulia Gallegati -. In passato, a partire dagli anni ‘70,  la storia di Lugo si era già intrecciata con una squadra di calcio femminile molto promettente e che riuscì nella grande impresa di vincere la Coppa Italia 1995-1996. Quell’esperienza purtroppo si concluse negli anni 2000 ma, oggi, troviamo la grande passione e il grande impegno di donne che vorrebbero ripartire, contro ogni discriminazione e stereotipo, dando nuovamente respiro al calcio femminile nel mondo sportivo della nostra città".

Questo progetto darebbe la possibilità a chi studia, lavora o ha una famiglia di ritagliarsi del tempo per sé stesse considerando che gli allenamenti e le partite sono serali. Si parte da un'età minima di 16 anni, il campionato inizia a ottobre ma la preparazione e gli allenamenti già da fine agosto-settembre. Il campionato di cui farà parte la nuova squadra è CSI, interprovinciale di Forlì, quindi le trasferte non sono molte lontane. Al momento sono iscritte 14 squadre di tutta la Romagna. Come ogni sport di squadra serve determinazione, serietà, costanza, tanta voglia di migliorare e crescere insieme.

Marika e Valeria portano la loro passione per il calcio. Per Marika nasce da piccola quando il babbo la portava al bar e allo stadio a vedere le partite e, all’uscita da scuola, aveva un appuntamento fisso per giocare a calcio con gli amici al parco. “Avrei voluto giocare a calcio già all’età di 6 anni, ma vent'anni fa c’erano poche squadre femminili/miste e i miei genitori lavorando non avevano modo di accompagnarmi agli allenamenti - spiega Marika Di Nella -. A 18 anni, appena presa la patente e quindi indipendente negli spostamenti, ho iniziato a giocare a calcio a 5 a Imola (oggi la società è la Valsanterno) e nello stesso periodo ho conseguito il corso da arbitro F.I.G.C nella sezione di Faenza”.

“Ho iniziato a giocare nel 2016 come laterale e pivot (attaccante/punta) ma un giorno il portiere si fece male e mi proposero il ruolo da portiere, inizialmente a tempo determinato. Non me ne innamorai subito ma col tempo ho iniziato ad apprezzare e amare questo ruolo. A causa del covid e di problemi personali mi sono fermata per due anni e ho ricominciato quest’ anno alla Mernap di Granarolo faentino, allenatore e squadra fantastica sia dentro che fuori dal campo” dice Valeria, che ha sempre seguito il calcio fin da piccola con suo padre e ora con il compagno. Le piace il senso di appartenenza che regala, l'impegno e la dedizione per arrivare ad un risultato comune.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'idea di due giovani calciatrici: "Cerchiamo compagne per costruire una squadra a Lugo"

RavennaToday è in caricamento