rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Calcio

Promozione, il Faenza vuole restare in zona playoff ma incontra un Meldola in forma

Un incontro difficile contro una squadra in salute che nel turno precedente ha battuto la capolista Comacchiese

Il Faenza calcio domenica 1 maggio (ore 16.30) ospita il Meldola allo stadio “Bruno Neri”. Un incontro difficile contro una squadra in salute che nel turno precedente ha battuto la capolista Comacchiese. L’obiettivo per i manfredi è mantenere la posizione playoff. Nel Faenza ci sono diversi giocatori acciaccati, tra cui Pioppo che si è allenato a parte. Soffre il centrocampo che recupera Bett, ma dove, oltre all’indisponibile Conti, sarà assente Costa, squalificato come il capitano Alessandro Albonetti. Fra gli ospiti, gli ex sono il tecnico Ghetti (giocatore manfredo a inizio anni ’80) e l’attaccante Valgimigli. Ad arbitrare la partita il signor Alessandro Cavallazzi della sezione di Lugo, coadiuvato da Antonio Masciello e Simona Cavallari di Ravenna.

L'avversario

Il Meldola, reduce dalla vittoria sulla capolista Comacchiese, che era imbattuta da tempo, ha ormai raggiunto la salvezza nel campionato di Promozione, obiettivo della società guidata dal presidente Marco Mambelli, a cui va il merito di aver dato nuova vita al gioco del calcio nella cittadina del forlivese dopo alcune stagioni difficili vissute con la precedente gestione. Oggi il sodalizio giallorosso, oltre alle formazioni Juniores e Prima squadra, ha un florido settore giovanile con 210 tesserati e il fiore all’occhiello dell’affiliazione all’Atalanta di serie A. A coordinare il vivaio è Alessandro Dozio, ex calciatore professionista nel Forlì e Imolese.

La compagine collegata del Real Meldola gioca in III categoria. La formazione che milita in Promozione è guidata da Luca Ghetti, allenatore-tuttofare che ha vestito nel passato la maglia biancoazzurra nella stagione 1982/83 nel ruolo di difensore. Oltre a lui, l’altro ex è l’attaccante Mattia Valgimigli, tra i giocatori più esperti assieme a Cappelli, Pazzi e Ancarani che guidano in campo un gruppo di diversi elementi promossi dal settore giovanile nella rosa allestita dal direttore sportivo Simone Bravaccini. A coadiuvare l’allenatore c’è il vice e preparatore atletico Filippo Ridolfi.

Dopo l’addio dell’esperto Stefano Spada, totem della nazionale di beach soccer ed ex portiere anche del Forlì, la porta giallorossa è difesa da Mattia Cappelli affiancato dai giovani Tommaso Canali e Alex Herhelegiu. Perni della difesa sono Matteo Battistini e capitan Andrea Ghetti, figlio del mister. Accanto a loro, Giacomo Bentivogli, Jacopo Gradassi, Riccardo Laghi, Riccardo Pazzi, Matteo Ravaioli. A centrocampo giocano Nicholas Barducci, Filippo Biserni, Alex Gentili, Lorenzo Giunchi, Youssef Limouni, Riccardo Maltoni, Cesare Peron e Mattia Valgimigli. L’attacco è composto da Mirko Ancarani (ex di tante squadre forlivesi), Riccardo Catani, Matteo Giardini, Omar Gningue e Gianmarco Lorenzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promozione, il Faenza vuole restare in zona playoff ma incontra un Meldola in forma

RavennaToday è in caricamento