rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Calcio

Trasferta a Correggio per il Ravenna, Serpini: "Non prendere gol è una questione di vita o di morte"

Il campo della Correggese è un tabù per il Ravenna che non è mai riuscito ad espugnarlo, la scorsa stagione la squadra allenata da Dossena incappò in una sconfitta per 2-1

I giallorossi chiudono il mini ciclo di quattro partite in due settimane con l’insidiosa trasferta a Correggio. L’ottava giornata di questo avvincente campionato mette di fronte due squadre distanziate tra loro di 5 punti, con la Correggese che, al momento, occupa inaspettatamente la quindicesima posizione. La squadra guidata da Graziani ha avuto un avvio non brillante che però non deve ingannare, il mercato estivo ha infatti portato in biancorosso giocatori di livello ed esperienza. Due nomi su tutti Villanova ex Carpi, 10 reti la scorsa stagione e Ferretti, che con la maglia del Crema di reti ne ha segnate addirittura 20. Il campo della Correggese è un tabù per il Ravenna che non è mai riuscito ad espugnarlo, la scorsa stagione la squadra allenata da Dossena incappò in una sconfitta per 2-1.

Chi la Correggese la conosce bene è l’attuale tecnico giallorosso Cristian Serpini che è stato allenatore della Correggese dal 2018 al 2020 vincendo un campionato di Eccellenza e portandola l’anno successivo ai playoff di Serie D. In attesa della gara di domani la notizia positiva in casa giallorossa è l’infermeria vuota con tutti gli effettivi a disposizione della causa. Mercoledì contro la Giana è arrivato un nuovo pareggio in rimonta, con i giallorossi bravi a recuperare per ben due volte e superare la capolista, ma meno bravi a gestire il vantaggio, una costante negativa che sta accompagnando questa prima fase del campionato.

Il Ravenna per potere ambire ad occupare posizioni di vertice e per risalire la classifica, deve riuscire a limitare quelle amnesie difensive che ne hanno inficiato il rendimento fin qui ottenuto, al riguardo il tecnico giallorosso è stato molto chiaro nella conferenza stampa di presentazione della gara: "Dobbiamo eliminare tutto ciò che abbiamo fatto di negativo e con fermezza voltare pagina. Il fatto di venire da 6 risultati utili non ci soddisfa perché non siamo nella posizione che vogliamo. Dobbiamo pensare che non prendere gol sia una questione di vita o di morte, quello che produciamo è chiaro, ma se non passiamo dal non prendere gol non andiamo da nessuna parte. La Correggese è una squadra che sicuramente arriverà in una posizione di classifica migliore rispetto a quella in cui si trova ora, vista la qualità dell’organico, ma questo da lunedì".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasferta a Correggio per il Ravenna, Serpini: "Non prendere gol è una questione di vita o di morte"

RavennaToday è in caricamento