Conselice, aggiudicato il bando per la gestione del palasport e di tre palestre comunali

Aggiudicato alla Libertas Ghepard Calcio di Bologna il bando per la gestione

E’ la Libertas Ghepard Calcio 1974 di Bologna l’associazione che si è aggiudicata il bando, indetto alcuni mesi fa dal Comune di Conselice, per la gestione del palasport e di tre palestre comunali del territorio: quelle della Scuola Primaria di Conselice, e quelle delle secondarie di primo grado di Conselice e Lavezzola.

Il club bolognese, uno dei sodalizi del capoluogo di regione specializzato nel settore giovanile calcistico e nella formazione e valorizzazione di giovani calciatori, potendo gestire un complesso polivalente di impianti, garantirà la possibilità di svolgere più attività sportive e far avvicinare più giovani del territorio conselicese allo sport.

La Libertas avrà in concessione gli impianti per tre anni, a partire dal 1° settembre 2020 fino al 30 giugno 2023, con possibilità di proroga di ulteriori due anni. Con la sua nuova formulazione dopo che era andato deserto il primo, il bando permette di avere un unico interlocutore per la gestione di palazzetto e palestre, il che consente una sinergia più efficace e snella con l'Amministrazione Comunale.

Sempre a termini di bando, la Libertas avrà a carico tutti gli oneri di manutenzione ordinaria, mentre al Comune restano in carico gli interventi straordinari. L’Amministrazione Comunale poi assegnerà i corrispettivi necessari per la gestione e la manutenzione degli impianti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Critiche sui social all'attrice lughese scelta da Gucci

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Ci mette 'Anema e core' e apre una pizzeria napoletana: "E' la mia passione da sempre"

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento