Sport

Contro il Gubbio il Ravenna cerca il riscatto e punti preziosi

La posta in palio è alta e per entrambe le squadre che vivono un momento di appannamento della stagione e sono alla ricerca di punti preziosi

Partita ad alta tensione quella che aspetta il Ravenna FC domenica alle 17,30 contro il Gubbio. Tensione non tanto per quanto riguarda l’atmosfera, ma perché la posta in palio è alta e per entrambe le squadre che vivono un momento di appannamento della stagione e sono alla ricerca di punti preziosi per riprendere il cammino in classifica. Giallorossi alla ricerca di un successo che manca da troppe gare (12 ottobre contro il Padova) e che, oltre ad allontanarli della zona calda della classifica, riporterebbero un po’ di tranquillità in un ambiente che vorrebbe vedere concretizzare le prestazioni offerte con le grandi di questo campionato.

Dall’altra parte il Gubbio, squadra che nutre le stesse ambizioni di classifica finale del Ravenna e con il quale si può pertanto parlare, anche se solo alla 16^ giornata, di scontro diretto. I rossoblu si presentano con qualche defezione dal punto di vista disciplinare, infatti, la gara contro il Cesena ha lasciato numerosi strascichi e saranno assenti per squalifica Bacchetti, Cesaretti, Konate e Malaccari. Può tirare un sospiro di sollievo Foschi, dato che al momento l’unico indisponibile è Grassini, sempre alle prese con la distorsione alla caviglia, ma il cui recupero sta procedendo secondo i piani.

Il Ravenna FC cercherà nel pubblico quell’arma in più per potere superare l’ostacolo umbro, al riguardo anche domani mattina dalle 9 alle 12 sarà possibile acquistare, presso il botteghino della curva Mero, i tagliandi al prezzo promozionale di solo 1 euro per chi era presente alla partita del 27 ottobre contro il Cesena. Nel pomeriggio biglietterie aperte dalle ore 15,30 con i consueti prezzi.

Le dichiarazioni di Luciano Foschi: “In questo momento non possiamo nasconderci, siamo una squadra che ha fatto solo un punto nelle ultime gare. Indipendentemente dall’avversario dobbiamo tornare a fare punti, dobbiamo essere una squadra che mette qualcosa di più, altrimenti diventa complicato. E’ arrivato il momento in cui non mi basta sentire dire che abbiamo ben figurato contro chi lotta per vincere il campionato, è importante fare punti, perché è l’unico modo di salvarsi. L’obbiettivo di domani è fare la prestazione che ci permetta di portare a casa questi punti. In queste partite dobbiamo dimostrare di essere all’altezza e mettere distanza tra noi e la quintultima per poterci portare fuori da questa posizione in classifica. Loro sono una squadra come noi, è la nostra determinazione, la nostra voglia di vincere che devono fare la differenza!”


Direttore di gara: Daniele Paterna (Teramo) Assistenti: Roberto Fraggetta (Catania, Carmelo Di Pasquale (Barcellona Pozzo di Gotti)

I Convocati:
Portieri: 22 Matteo Cincilla (’94), 1 Andrea Spurio (’98).
Difensori: 11 Ermes Purro (’99), 3 Niccolò Ricchi (’00), 5 Matteo Ronchi (’96), 25 William Jidayi (’84), 17 Giacomo Nigretti (’99), 4 Stefano Pellizzari (’97), 23 Alex Sirri (’91).
Centrocampisti: 15 Michael D’Eramo (’99), 10 Alfonso Selleri (’86), 24 Vincenzo Mustacciolo (’00), 32 Filippo Lora (’93), 27 Salvatore Papa (’90), 21 Fiorani (’02), 20 Enrico Sabba (’98), 8 Carlo Martorelli (’99).
Attaccanti: 19 Szymon Fyda (’96), 11 Simone Raffini (’96), 9 Manuel Nocciolini (’89), 26 Giuseppe Giovinco (’90).
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro il Gubbio il Ravenna cerca il riscatto e punti preziosi

RavennaToday è in caricamento