Dopo 10 anni il Ravenna torna a vivere l’atmosfera dei playoff

L’avversario non sarà certo dei più morbidi, ma si sa, per ambire al massimo bisogna cercare di superare anche gli ostacoli più impervi.

Se sette anni fa, alla nascita della società giallorossa, qualcuno avesse provato anche solo ad immaginare di potere vivere così presto una vigilia come quella di questa partita forse sarebbe stato preso per pazzo. Invece l’abilità, la competenza e la tenacia di una società che ha saputo tenere il timone ben dritto sulla rotta dei valori, ed una squadra che in quest’anno ha dimostrato di non temere nessun avversario per quanto blasonato, hanno nuovamente regalato alla città un momento magico di sport. L’avversario non sarà certo dei più morbidi, ma si sa, per ambire al massimo bisogna cercare di superare anche gli ostacoli più impervi. Il LR Vicenza Virtus non verrà di certo in gita al mare o ad ammirare le bellezze bizantina, anzi, dopo un campionato vissuto sulla soglia dei playoff cercherà sicuramente di sfruttare la post season per conquistare quella promozione che in estate era l’obiettivo dichiarato.

Non potrebbe essere altrimenti potendo contare su Giacomelli, Curcio o Arma, un attacco già stellare che a gennaio è stato ulteriormente rinforzato dal capocannoniere della passata stagione Guerra, e non si ferma all’attacco la prestigiosa rosa dei biancorossi. Se sulla carta la partita sembra proibitiva, il campo per ora, ha dato diversi verdetti: i giallorossi sono arrivati ai playoff da testa di serie, ed in campionato hanno espugnato il Menti bissando il successo di un anno fa, ma al di la dei meri numeri in tutta la stagione la squadra di Foschi ha espresso un calcio grintoso, intenso e di qualità, riuscendo così a colmare il presunto gap con i team più accreditati.

La partita di domenica sarà senza appello, infatti al termine dei novanta minuti regolamentari i giallorossi passeranno il turno con vittoria o pareggio, altro elemento da non sottovalutare ma che sicuramente non vedrà il Ravenna entrare in campo solo per non prenderle. La certezza sarà la cornice di pubblico, con i vicentini pronti a sfiorare le 1000 unità al Benelli ed i romagnoli che non vogliono essere da meno per spingere la propria squadra ad un risultato che sarebbe storico. Dal punto di vista della rosa i giallorossi si presentano con la sola assenza di Pellizzari che sta ancora lavorando per guarire dalla profonda distorsione alla caviglia rimediata in uno scontro di gioco a Terni. Lo sprone ai propri concittadini arriva in conferenza pre gara da un orgoglioso presidente Brunelli, conscio che già il raggiungimento dei playoff è un risultato fuori dall’ordinario.

"Ci tengo a sensibilizzare la città verso questa partita - dice -. Non è una partita normale, è una partita che rappresenta il punto più alto del nuovo percorso e che merita l’afflusso di un grande pubblico. 55 punti non sono semplici da fare ed è giusto sostenere i grandi risultati conseguiti da questa squadra. Sottolineo che essere arrivati a questo punto, mantenendo i nostri equilibri vuol dire che stiamo lavorando con una logica che ci sta portando a dei traguardi che sono sotto gli occhi di tutti.”

Le dichiarazioni di mister Foschi fanno trasparire una profonda determinazione: “Per prima cosa voglio ringraziare i ragazzi della Curva che sono stati sempre presenti sia in casa ed in trasferta ed anche oggi sono venuti ad incoraggiare la squadra. Dopo questo campionato ci siamo qualificati tra le 28 in quello che per me è un mondiale, e ci arriviamo da testa di serie. Questo è un merito che va riconosciuto ai ragazzi ed alla società. Domani vogliamo giocarcela per passare il turno, vogliamo essere protagonisti ancora ed andare avanti senza porci limiti. Dobbiamo giocare la partita con le nostre qualità, sappiamo che gli altri sono forti, con un grande blasone ed un grande pubblico. Come nei mondiali è una partita da dentro o fuori e noi vogliamo portare avanti i colori del Ravenna” 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • Bancomat, Pos e carte di credito in tilt: caos per prelievi e pagamenti in tutta Italia

Torna su
RavennaToday è in caricamento