Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

F1, gara show a Imola: Verstappen batte Hamilton. Gasly penalizzato dalla strategia

"Il Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia-Romagna a Imola dimostra quanta qualità la nostra regione e l'intero Paese possano mettere in campo", le parole di Bonaccini

La scuderia AlphaTauri archivia la gara di casa di Imola con un amaro ottavo posto per Pierre Gasly. A penalizzare la gara del francese un'errata strategia: con la pioggia caduta prima del semaforo verde su parte della pista a rimescolare le carte, il team ha optato per le gomme da bagnato anzichè intermedie. Una scelta, temendo altri scrosci, che col senno di più non si è rilevata azzeccata. Con la bandiera rossa esposta per il brutto incidente, senza conseguenze tra Valterri Bottas e George Russell alla staccata del Tamburello, la gara è stata interrotta con una nuova ripartenza, che ha favorito il recupero di Gasly in zona punti.

"Sicuramente è stata una giornata sulle montagne russe - esclama Gasly -. Siamo partiti dalla quinta posizione, ma abbiamo fatto una scelta differente con le gomme all'inizio della gara e siamo finiti rapidamente indietro. Ovviamente sono rimasto molto deluso, ma da lì abbiamo continuato a lottare e dopo la bandiera rossa siamo riusciti a riprenderci fino a tagliare il traguardo in ottava posizione. Siamo riusciti a recuperare alcuni punti cruciali per la squadra, il che è davvero positivo. Sabato abbiamo mostrato il potenziale della macchina e nel prossimo appuntamento dobbiamo riuscire a mettere tutto insieme quello che costruiamo".

Yuki Tsunoda, scattato dal fondo dello schieramento, ha chiuso invece 13esimo. "Penso che sia stata una gara fantastica per gli spettatori a casa, ma sono molto deluso da me stesso e voglio solo chiedere scusa alla squadra - le parole del nipponico -. È un vero peccato essere andato in testacoda dopo la bandiera rossa, fino a quel momento penso che la gara stesse andando abbastanza bene e il ritmo era davvero buono. Questa è stata la prima volta che ho guidato sul bagnato e ho imparato che occorre stare molto attenti, soprattutto con l'accelerazione. Partire con la gomma intermedia durante le condizioni di pioggia ha reso le cose ancora più difficili, ma è stata una grande opportunità per me per capire meglio come funzionano le mescole in condizioni diverse. Penso che la zona punti era a portata di mano, servirà per crescere".

La soddisfazione di Bonaccini

"Il Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia-Romagna a Imola dimostra quanta qualità la nostra regione e l'intero Paese possano mettere in campo, nell'automotive così come in tutti i settori, grazie a innovazione ed eccellenze uniche al mondo - il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini -. Un segnale di fiducia in vista di una ripresa che deve vederci pronti. Ringrazio il ministro degli Esteri, Di Maio, per aver creduto in questa opportunità. E posso garantire il massimo impegno per la conferma del Gran Premio a Imola nel calendario del Mondiale di Formula uno il prossimo anno e in quelli a seguire. E' stato un grande spettacolo, in un circuito unico al mondo”.

“Voglio ribadire ancora una volta il grazie di tutti quanti noi, comunità regionale e nazionale, ai sanitari impegnati ogni giorno contro il Covid: salutare coloro che siamo riusciti a invitare qui in tribuna d’onore al circuito Enzo e Dino Ferrari, unire il nostro applauso al loro, è stato un momento davvero emozionante. Ma il nostro personale sanitario- chiude Bonaccini- merita la riconoscenza di tutti noi: i nostri campioni sono loro". La vittoria è andata a Max Verstappen davanti a Lewis Hamilton e Lando Norris al termine di una gara show caratterizzata dalla pioggia e da diversi incidenti. Quarto e quinto posto per le Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

F1, gara show a Imola: Verstappen batte Hamilton. Gasly penalizzato dalla strategia

RavennaToday è in caricamento