rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Sport Faenza

Faenza punisce la Marignanese: Fontana emula il maestro Lasi e regala i tre punti

E’ stata una partita agonisticamente viva con le due squadre che si sono fronteggiate a viso aperto

Una magia di Marco Fontana su calcio di punizione a pochi minuti dal termine, regala al Faenza la vittoria sulla coriacea Marignanese. "La Marignanese è una squadra organizzata, forte - commenta mister Alberto Fiorentini - Devo dire bravi ai miei ragazzi, che sono stati presenti e attenti durante tutta la partita. Sono contento della prestazione e del risultato. Abbiamo sbloccato su calcio piazzato al termine di una gara equilibrata. La squadra sta dimostrando maturità e questo è stato un altro esame superato”.

E’ stata una partita agonisticamente viva con le due squadre che si sono fronteggiate a viso aperto. La squadra biancoazzurra inizia con piglio deciso la gara collezionando angoli in serie fino ad andare vicino al gol al 24’. Su calcio di punizione dal limite conquistato dallo sgusciante Negrini, atterrato al momento di entrare in area, la finta di Fontana libera Mordini sulla cui bordata Gentilini tocca il pallone deviandolo appena sopra la traversa.

Un minuto dopo, capitan Denis Melandri mette di poco a lato di testa su cross di Mordini. La Marignanese si presenta in avanti con Fabbri che in area si avvita e indirizza verso Lusa che para il pallone con sicurezza. Due minuti dopo Lusa regala un brivido con un dribbling sull’avversario e un rilancio quasi da metà campo intercettato da Ballerini sul cui debole tentativo di pallonetto lo stesso portiere biancoazzurro recupera con sicurezza.

Nella ripresa, la Marignanese parte forte e al 2’ è tempestivo Fontana ad anticipare all’ultimo Filippucci e deviare in corner. Sul tiro della bandierina, Lusa esce di pugno e allontana la minaccia. Qualche minuto dopo Negrini si fa luce tra un nugolo di avversari, ma poi si accentra e perde l’attimo per l’assist giusto.

Al 36’ Politi impegna Lusa dalla distanza. Passano pochi minuti e su rilancio di Lanzoni, Filippi si proietta verso la porta avversaria, ma appena prima di entrare in area viene atterrato da Politi che si merita il rosso per fallo da ultimo uomo. La posizione della punizione è troppo invitante per Fontana che rende omaggio ai 50 anni del suo maestro, il capitano degli anni d’oro del Faenza, Floriano Lasi e, sfruttando un movimento in barriera, depone il pallone con grande precisione a fil di palo non dando scampo a Gentilini.

La Marignanese non ci sta e pur in inferiorità numerica si proietta con rabbia in avanti, ma prima trova Savioni bravo a sbrogliare con un tempestivo anticipo una situazione intricata, poi la rovesciata del portiere Gentilini, proiettatosi in avanti, finisce a lato un attimo prima del fischio finale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faenza punisce la Marignanese: Fontana emula il maestro Lasi e regala i tre punti

RavennaToday è in caricamento