rotate-mobile
Sport Faenza

Faenza, si celebrano i 70 anni della Robur

Domenica  sarà celebrato il settantesimo anniversario dalla fondazione della Robur Faenza, la gloriosa società che fu “fucina” di tanti giovani poi passati nelle fila del Faenza calcio e affermatisi anche ai più alti livelli come Attilio Santarelli ed Enzo De Giovanni.

Domenica  sarà celebrato il settantesimo anniversario dalla fondazione della Robur Faenza, la gloriosa società che fu “fucina” di tanti giovani poi passati nelle fila del Faenza calcio e affermatisi anche ai più alti livelli come Attilio Santarelli ed Enzo De Giovanni.
Fondata nel 1946, su iniziativa del dottor Antonio Gualdrini per dare ai giovani la possibilità di fare sport, ebbe poi alla presidenza Raffaele Galeffi, Francesco Cantagalli e Giovanni Leonardi. 

Nel 1954 fu chiamato al vertice il conte Enrico Zucchini che mantenne l’incarico fino alla stagione 1970/71, quando per risolvere la crisi del C.A. Faenza Calcio, si arrivò alla fusione tra le due società. La fusione però non durò a lungo: nel ‘72/73, la ROBUR riprese la propria identità indipendente per proseguire per alcuni anni fino all’ottobre 1975.

Il programma della giornata prevede la visita alla mostra fotografica alla Galleria Comunale d’Arte, un passaggio allo stadio “Neri” per ricordare il presidente Enrico Zucchini, che profuse passione e attaccamento allo sport e fu per tanti giovani un “secondo papà”, e infine il ritrovo conviviale al ristorante “Controvento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faenza, si celebrano i 70 anni della Robur

RavennaToday è in caricamento