Girandola di gol e emozioni: il Ravenna non vince e viene contestato

Sono gli ospiti che sono passati in vantaggio al 23′ grazie alla rete messa a segno da Munoz

Sei gol sotto la pioggia. Il Ravenna finalmente trova un punto importante che muove la classifica nello scontro salvezza contro il Gubbio. Sono gli ospiti che sono passati in vantaggio al 23′ grazie alla rete messa a segno da Munoz. I gialorossi hanno trovato il Papa al 36′, ma il Gubbio ha impiegato un giro di lancette per mettere il naso con Sbaffo. Tre minuti più tardi Pellizzari ha riportato tutto in perfetto equilibrio. Nel secondo tempo il copione si ripete ed alla rete di Maini del 63′ ha replicato Raffini al 75′. Alla fine del match la squadra è stata contestata dalla tifoseria. "Pensavamo di fare meglio, pensavamo di avere archiviato certi errori, invece purtroppo si ripresentano - afferna mister Luciano Foschi -. Dobbiamo lavorare e crescere in fretta. Siamo rammaricati perché volevamo portare a casa 3 punti. Abbiamo delle difficoltà e dei limiti, però sappiamo che il nostro campionato è quello di chi lotta per salvarsi, in questo momento abbiamo sei squadre dietro, ma questo non nasconde il periodo che stiamo vivendo. Continueremo a lavorare senza tirarci indietro perché confidiamo che il lavoro sia la soluzione per togliersi da questa crisi. Ci prendiamo le responsabilità per le prestazioni e per il risultato, ma sapevamo che questo sarebbe stato il nostro campionato, dovremo lottare fino alla fine, ma ripeto non ci tireremo indietro".

Nei primi minuti è il Ravenna che prova a fare la partita ed al 3’ Nocciolini che prova a superare dalla distanza Ravaglia, ma senza fortuna. Risponde Lakti all’ottavo con una conclusione velenosa dai 25 metri ma Spurio è attento. Squadre contratte e campo scivoloso fanno si che la partita si sviluppi soprattutto nella mediana e le emozioni stentano ad arrivare. Il sussulto arriva al 23’ con una palla che schizza in profondità, Spurio esce sul vertice sinistro dell’area, ma Munoz è più lesto e scavalca il portiere giallorosso per il vantaggio ospite. Passano solo due minuti e Manconi si libera al tiro e questa volta ci vuole tutta l’abilità di Spurio per evitare il raddoppio. La risposta del Ravenna arriva con Papa a rendersi pericoloso di testa in area, ma viene respinto in angolo. Al 31’ illusione del goal sul tiro dalla distanza di Giovinco, ma la palla sfiora solo l’incrocio senza premiare la punta giallorossa. Gol che si concretizza al 35’, Giovinco sfrutta una indecisione della difesa e cerca Nocciolini al centro, assist di tacco per l’accorrente Papa che trafigge con un diagonale rasoterra Ravaglia. Passa solo un minuto ed il Gubbio ruba una palla sulla destra e trova con un cross velenoso per Sbaffo sul secondo palo che non perdona e riporta in vantaggio il Gubbio. Ma il Ravenna non ci sta e trova nuovamente il pareggio grazie a Pellizzari in mischia. Termina qui un primo tempo partito piano ma finito con il botto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ripresa si apre con Sirri al posto di Martorelli, ma al primo minuto è Manconi a rendersi pericoloso in area, difesa giallorossa attenta. Passano due minuti e di nuovo Pellizzari si trova sui piedi il pallone buono, ma la conclusione del difensore è alta. Al 16’ occasione ospite, arriva una palla spiovente in area sulla quale si avventa Gomez ma Sirri si immola in scivolata ed evita il peggio. Al 18’ Punizione dal limite dell’area per il Gubbio, sul secondo palo salta più alto di tutti Maini che trova il 3-2. Gubbio che ha anche l’occasione per chiuderla con Tavernelli al 21’, di nuovo Sirri in scivolata salva la porta giallorossa. Ma il Ravenna trova ancora la forza di pareggiare: Nocciolini di nuovo in versione assist man trova Raffini sul secondo palo pronto a ribadirla in rete. 40’ Punizione velenosa, per Manconi, di nuovo Spurio attento alza sopra la traversa. Allo scadere, brivido in area del Gubbio, la punizione di Selleri spiove nell’area piccola, ci provano sia Giovinco che Raffini a deviarla ma la palla esce di un soffio a Ravaglia battuto. Finisce qui una gara dalle mille emozioni, con un Ravenna che appare ancora troppo fragile in difesa, ma che con grande grinta e cuore ha trovato la forza di riuscire per ben tre volte a trovare il pareggio. La strada per la salvezza passa anche da questi punti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • Si cappotta in un campo col camion: portato a Bologna in elicottero, è gravissimo

  • Scompare da casa, vasta ricerca delle forze dell'ordine su tutto il territorio

  • Il Coronavirus si porta via un medico: "Una splendida persona sempre disponibile"

  • Coronavirus, rallentano i contagi e crescono i guariti. Ma Ravenna conta un altro morto

  • Fortissima esplosione in un'abitazione: uomo ferito in condizioni gravissime

Torna su
RavennaToday è in caricamento