rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Sport

Il Ravenna perde con la Reggiana ed è eliminato dalla Coppa Italia di Serie C

Contro la Reggiana i giallorossi perdono 2-0 e vengono eliminati: è il quarto ko di fila ma anche la quarta sconfitta stagionale al Benelli

Le luci del Benelli non accendono il Ravenna. L’undici di Antonioli si arrende alla Reggiana nel turno di qualificazione ai sedicesimi di Coppa Italia e incassa la quarta sconfitta consecutiva tra campionato e Coppa, ma anche la quarta battuta d’arresto stagionale al Benelli. Il Ravenna, sempre alle prese con tante assenze, subisce la pressione ospite per tutto il primo tempo ma capitola nella ripresa, giocata con un piglio diverso,  con più aggressività e determinazione. "Ho avuto poche indicazioni da questa partita - ammette mister Antonioli - non è un momento semplice e quando non vengono i risultati è normale che ci sia mancanza di coraggio e di personalità però francamente mi aspettavo qualcosa di più dai ragazzi, soprattutto da coloro che fin qui avevano giocato poco o meno di altri. Speravo che mi mettessero in difficoltà nelle scelte future ma così non è stato. Poi è vero che la partita si è sbloccata su un rigore che non c’era, ma non dobbiamo attaccarci all’episodio perché vorrebbe dire crearsi degli alibi. Per riprenderci abbiamo una sola ricetta: lavorare a testa bassa e tornare a fare risultato per riprendere quella fiducia che ci sta mancando”.

La cronaca - E’ la Reggiana ad occupare il taccuino delle occasioni nel primo tempo: al 15’ Cianci sfrutta un errato passaggio per involarsi in area, angolando però troppo la conclusione; al 20’ Crocchianti spara da una decina di metri: il riflesso di Gallinetta è prodigioso. Il portiere di casa concede il bis al 33’ sventando la botta da due passi di Cesarini, ben smarcato da Rocco. Sulla ribattuta lo stesso Cesarini insacca ma con l’aiuto del braccio. Si resta, così, sullo 0-0. E allo scadere ancora il  n. 1 del Ravenna si oppone bene a Cianci, imbeccato da Cesarini.

Il rasoterra fuori di poco al 3’ di Cianci apre la ripresa ma scuote il Ravenna che comincia a lasciare segni nella partita. Broso al 7’ si produce in una coraggiosa, spettacolare ma improduttiva rovesciata su traversone di Magrini. Sale la spinta del Ravenna che però al 12’ si fa trovare sbilanciato su una ripartenza velenosa degli ospiti. Cianci corre in una vera autostrada e poi va ad impattare in area con Gallinetta che dà a tutti l’impressione di toccare netto il pallone. Non è di questo avviso l’arbitro che accorda il rigore. Dal dischetto calcia Cesarini: Gallinetta è super nella respinta, Cesarini è il più di lesto a raccogliere e a segnare. Antonioli ricorre a Maistrello e De Sena passando al tridente d’attacco e neanche il tempo di assestarsi in campo che Rocco perfora la difesa di casa sulla destra e dipinge un cross basso per Cianci che sigla il raddoppio. La reazione dei giallorossi si ferma sul colpo di testa di Ronchi in mischia, alto di poco, e sull’errore clamoroso di Broso che, da due passi, a porta spalancata, calcia alto. Non era evidentemente serata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Ravenna perde con la Reggiana ed è eliminato dalla Coppa Italia di Serie C

RavennaToday è in caricamento