Sabato, 16 Ottobre 2021
Sport

Il San Zaccaria a caccia di punti preziosi contro il Como

Marzo offrirà due impegni casalinghi (Como e Verona) intervallati dalla trasferta di Jesi. Occasioni importanti che occorrerà sfruttare al meglio in modo da poter arrivare alla sosta con il morale alto.

Due punti nelle ultime due partite e una classifica che torna pian piano a sorridere. Il San Zaccaria ha chiuso così il mese di febbraio contornandolo con il passaggio del turno in Coppa Italia contro il Perugia (le biancorosse hanno vinto 2-1 in Umbria). La squadra di Fausto Lorenzini ora si appresta ad iniziare il mese di marzo contro il Como. Proprio in Lombardia all’andata arrivò la prima vittoria stagionale delle biancorosse grazie al gol di Giulia Baldini. Dolci ricordi che bisognerà far diventare un ancor più dolce presente. Marzo offrirà due impegni casalinghi (Como e Verona) intervallati dalla trasferta di Jesi. Occasioni importanti che occorrerà sfruttare al meglio in modo da poter arrivare alla sosta con il morale alto.
 
La storia della gara. I ricorsi storici sono importanti ed in questo senso la maglia biancazzurra del Como evoca bellissimi e dolci ricordi per il San Zaccaria che proprio in terra Lombarda – e più precisamente a Ponte Lambro – il 4 ottobre 2014 di fronte alle telecamere della diretta televisiva bagnò il suo esordio in Serie A con una brillante vittoria per 3-2 ottenuta nei minuti finali. Fu un siluro di Azzurra Principi a insaccarsi sotto alla traversa dopo che in precedenza le lariane erano passate subito in vantaggio con Ambrosetti, prima dei gol di Longato e Cimatti che riuscirono a ribaltare il punteggio prima che Cama al 77’ riequilibrasse il match. Poi il gol di Azzurra per lo storico e definitivo 2-3.
 
La sfida della gara d'andata. Nella sfida d'andata giocata a Como il San Zaccaria ottenne la sua prima vittoria in questa stagione grazie alla rete di Giulia Baldini messa a segno al 40' del primo tempo. Le biancorosse iniziarono bene il match colpendo una traversa all'11' con Longato, poi anche le lariane si fecero vedere, ma la difesa biancorossa resse bene fin quando al 40' Baldini ricevette palla al limite dell'area e, una volta incuneatasi resistendo alla carica di un difensore, trovò l'angolino alla destra del portiere. Nella ripresa il San Zaccaria riuscì poi a controllare bene la partita, senza mai soffrire ed anzi sfiorando il raddoppio prima con la traversa colpita da Filippi, poi con una buona occasione non sfruttata da Colasuonno.

 
Le parole di Fausto Lorenzini. "Una sosta è sempre piena di insidie poiché se è vero che ti permette di recuperare le infortunate, è anche vero che arriva ad interrompere un momento positivo. Abbiamo sfruttato la sosta - spiega - per continuare il lavoro di costruzione iniziato un mese fa secondo il canovaccio tecnico nuovo che abbiamo impostato". Il San Zaccaria avrà di fronte tre partite importanti, ma Lorenzini preferisce non forzare la mano. "La squadra non deve avere pressione perché deve capire il concetto che in questo momento può giocarsela con chiunque dopo aver trovato equilibrio e autostima. Ce la giochiamo con tutte e abbiamo voglia di crescere, quindi vediamo cosa succede di qui fino all'ultimo minuto del campionato". Il tecnico dovrà fare i conti con qualche situazione da definire, oltre a dover fare a meno di Alessia Venturini per squalifica. "La squadra ha qualche acciacco su alcune ragazze, mentre il Como gode di buona salute. Questo mi porta a pensare che sarà una partita difficile e complicata, ma dobbiamo essere sempre pronti a prescindere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il San Zaccaria a caccia di punti preziosi contro il Como

RavennaToday è in caricamento