rotate-mobile
Sport

Il San Zaccaria torna in campo a caccia di punti a Mozzanica

Chi ha imparato a conoscerlo sa che Gianluca Nardozza avrebbe preferito giocare senza fermarsi, ma gli impegni della nazionale hanno portato la sua squadra a restare ferma per oltre un mese.

Finalmente, dopo oltre un mese di sosta forzata per via degli impegni della nazionale, il San Zaccaria torna in campo. La squadra di mister Gianluca Nardozza domani affronterà un'impegnativa trasferta sul tutt'altro che semplice campo del Mozzanica. La società bergamasca, infatti, occupa il sesto posto della classifica con 15 punti, ma sotto tanti aspetti non può essere considerata un'avversaria più semplice di altre. Le biancazzurre infatti militano in Serie A da molte stagioni e da questo punto di vista l'esperienza maturata in categoria può essere una carta importante da mettere sul piatto della bilancia. D'altra parte, poi, dopo aver perso al debutto sul campo della RES Roma, il Mozzanica ha ricominciato a fare la voce grossa ottenendo alcune vittorie molto ampie come il 5-2 sul campo della Jesina, il 6-1 rifilato al Como, l'exploit sul campo del San Bernardo Luserna e, infine, il 4-2 prestigioso rifilato al Verona nell'ultima apparizione in campionato. Tra le incognite che accomunano le due squadre, invece, c'è la tenuta fisica dopo così tanto tempo passato solo ad allenarsi.

La storia della gara - L'ultima occasione nella quale Mozzanica e San Zaccaria incrociarono i tacchetti segnò l'inizio dell'incubo di Amanda Tampieri che, casualità interessante, tornerà in campo senza lo spettro dell'accusa di aver fatto uso di sostanze proibite proprio contro la squadra con cui tutto ebbe inizio. Quella sfida, giocata il 30 aprile scorso, terminò con la vittoria delle biancorosse per 2-1 grazie alla rete di Giulia Baldini al 56' e a quella di Giorgia Galletti a tre minuti dal termine. La gara di andata giocata al Massimo Soprani, invece, terminò con un rotondo 5-1 in favore delle bergamasche. Ben diversa la storia che questa partita ebbe nella stagione 2014/2015, la prima in Serie A per le biancorosse. Se infatti il San Zaccaria debuttò con una storica vittoria per 3-2 sul campo del Como, al debutto casalingo nella massima serie proprio contro il Mozzanica dovette archiviare la prima sconfitta (0-1). Sorte peggiore toccò alla squadra nella gara di ritorno in terra bergamasca con le biancazzurre che vinsero raddoppiando il punteggio (2-0).

Le parole di mister Nardozza - Chi ha imparato a conoscerlo sa che Gianluca Nardozza avrebbe preferito giocare senza fermarsi, ma gli impegni della nazionale hanno portato la sua squadra a restare ferma per oltre un mese. "Il lavoro è stato svolto comunque bene con qualche piccolo problemino che può anche starci, ma ora è tutto rientrato", dice riferendosi ad un fastidio che aveva interessato Azzurra Principi in settimana. "Tornare a giocare dopo così tanto tempo è un po' un'incognita tanto per noi quanto per loro - prosegue - poiché la tenuta fisica delle ragazze può aver risentito di un periodo così lungo senza partite, ma questo vale per tutti. La cosa positiva e che mi dà fiducia è il fatto di essere riusciti ad allenarsi bene". Un avversario come il Mozzanica sarà quindi un bel banco di prova per testare dopo così tanto tempo una squadra come il San Zaccaria, reduce dalla sconfitta più ampia della stagione subita contro la Fiorentina, ma allo stesso tempo capace di esprimersi su livelli molto buoni anche con avversarie sulla carta con obiettivi superiori. "Il Mozzanica è una squadra molto quotata ed in questo momento forse riesce ad avere meno tensioni rispetto a noi, ma guardando in casa nostra mi ritrovo in questa analisi. Abbiamo disputato l'ultima partita consapevoli del nostro livello, ora sarà interessante confrontarsi con una squadra di questa caratura ed ovviamente mi aspetto che le ragazze abbiano fatto ulteriori progressi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il San Zaccaria torna in campo a caccia di punti a Mozzanica

RavennaToday è in caricamento