rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Sport Cervia / Via Levico, 66

Il sommelier entra in palestra

Alla "Golden" di Cervia singolare lectio-magistralis sul rapporto fra enologia e wellness. Con la benedizione del campione del mondo di karate

Il vino un veleno per gli atleti? Alla palestra Golden di via Levico a Cervia non la pensano così. E infatti, smarcandosi dai fondamentalismi del fitness, hanno organizzato sabato scorso un interessante incontro dal titolo "Conoscere il vino" con relatore l'esperto enologo Francesco Falcone, pugliese d'origine ma ormai cervese d'adozione: "E' ormai acclarato - è il mantra di Falcone - che il vino, ovviamente consumato con moderazione, contenga anche molte sostanze benefiche. Due mezzi calici di vino al giorno, bevuti durante i pasti principali, danno sollievo, migliorano le performance digestive e regalano piacere". Una teoria sposata anche dai titolari della palestra cervese Gianluca Casadei e Paolo Guidazzi che, in collaborazione con i soci Silvia Benedetti e Monica Mondaini, hanno deciso - con coraggio - di proporre ai clienti del centro fitness una prospettiva inedita del wellness. E per rafforzare la teoria secondo cui il vero benessere è una sintesi tra corpo & mente, ospite dell'incontro di sabato è stato il pluri-campione del mondo di karatè Luigi Busà che, scortato dal manager Ale Piva, si è prima allenato in palestra e poi ha seguito con interesse la singolare lectio-magistralis di Falcone sulle virtù del vino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sommelier entra in palestra

RavennaToday è in caricamento