menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto pagina Facebook Ironman

Foto pagina Facebook Ironman

Ironman, uomini e donne d'acciaio in gara: tanti applausi per Alex Zanardi

Conclusa la prova di nuoto i triathleti hanno inforcato le bici, per la prova di 180 chilometri articolata lungo un percorso di 90 chilometri da ripetere due volte

Le acque dell'Adriatico, ad una temperatura di 24.8°C, hanno accolto gli uomini e le donne d'acciaio al via dell'Ironman 2018 Emilia Romagna. Il via alla gara di nuoto è avvenuto alle 7.30, preceduto dall'inno nazionale. La prova di nuoto, per un totale di 3.8 chilometri, ha visto primeggiare tra gli uomini il tedesco Lukas Wojt con il tempo di 45'29", precedendo di 2'18" l'italiano Mattia Ceccarelli e di 2'20" Ivan Risti. I primi dieci atleti sono stati racchiusi in 2'36". Tra le donne la migliore prestazione sull'Adriatico è stata dell'austriaca Beatrice Weiss con 52"11 davanti alla tedesta Carolin Lehrieder con un vantaggio di 3'38". Terza provvisoria la croata Zelika Saban Milicic.

I triathleti hanno quindi inforcato le bici, per la prova di 180 chilometri articolata lungo un percorso di 90 chilometri da ripetere due volte che ha interessato oltre che le strade di Cervia anche i territori di Ravenna, Forlì, Cesena, Bertinoro e Forlimpopoli. Non sono mancati i colpi di scena, con Weiss messa fuorigioco da un problema meccanico alla sua bici mentre si trovava al comando. Tra gli uomini ha preso il comando della corsa il tedesco Andi Boecherer, davanti a Giulio Montanari, quest'ultimo in ritardo di 2'48". A seguire i tedeschi Lukasz Wojt e Micheal Ruenz, rispettivamente a a 3'01" e 15'02", e Ceccarelli a 15'24". Nono Risti con un ritardo dalla leadership di 18'13". Tra le donne la più veloce è stata la tedesca Daniela Saemmler in 5:45:46, 11'36 più veloce di Carolin Lehrieder. Terza l'ungherese Gabriella Zelinka (+13:43) davanti all'austriaca Bianca Steurer, Bianca (+14:59) e la finlandese Heini Hartikainen (+21:12)

A chiudere l'Ironman la maratona di 42,2 chilometri, tra Cervia e Milano Marittima. La vittoria è andata ad Andi Boecherer in 8:01:50 davanti a Michael e Julian Mutterer. Settimo Domenico Passuello davanti a Mattia Ceccarelli (8:40:42).  Tra le donne si è imposta Daniela Saemmler davanti a Gabriella Zelinka e Bianca Steurer. Tutti gli atleti sono stati applauditi lungo il percorso, in particolare Alex Zanardi, il campione di automobilismo sceso in gara con l'obiettivo di realizzare il nuovo record dopo quello di Barcellona stabilito lo scorso anno. E ci è riuscito, fermando il tempo in 8.26.06.

Circa il 70% degli iscritti, circa 2700, sono stranieri provenienti principalmente da Regno Unito, Germania, Francia, Svizzera e Polonia ma sono circa 60 nazionalità rappresentate. I primi a partire subito dopo lo start sono stati circa 70 atleti professionisti: 50 uomini e 20 donne provenienti da tutto il mondo si sono affrontati per guadagnare la qualificazione all’edizione 2019 della World Championship che si svolgerà a Kona, Hawaii.

La classifica uomini

1 Andi Boecherer 8:01:50
2 Michael Ruenz 8:18:10
3 Julian Mutterer 8:23:38
4 Lukasz Wojt 8:25:55
5 Reece Barclay 8:33:17
6 Zoltan Petsuk 8:36:41
7 Domenico Passuello 8:38:33
8 Mattia Ceccarelli 8:40:42

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento