menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'impianto di Borgo Faina si prepara per l'"Autocross dell'Adriatico"

Sull'impianto di Borgo Faina, alle porte di Ravenna, tutto è pronto per "l'Autocross dell'Adriatico", quarto appuntamento del Campionato Italiano di Autocross

Nell'arena di Borgo Faina sono ormai alla cura dei dettagli, in attesa di ospitare i protagonisti del Campionato Italiano di Autocross, al quarto round stagionale, pronti a darsi battaglia per conquistare gli ultimi punti della stagione. Una stagione lunga e impegnativa, in particolare per la Scuderia Livorno Rally e Speedy Racing, che hanno avuto il compito di organizzare la stagione autocrossistica nell'impianto Riorc di Borgo Faina, compresa la tappa europea del Cez che a fine luglio ha regalato spettacolo e divertimento per i tanti presenti che hanno sfidato il caldo torrido di quel periodo.

Clima sicuramente diverso, invece, per il prossimo appuntamento tricolore di sabato 1 e domenica 2 settembre. I collaudati e tecnici 1070 metri del tracciato ravennate dovranno fornire ulteriori indicazioni sui vari raggruppamenti ancora aperti e dunque soggetti a possibili sorprese in classifica. Senza dubbio ci proveranno in molti a tenere aperte le porte di un campionato che ha offerto tanti spunti di interesse, compreso il confronto diretto con i migliori specialisti europei, dove i piloti italiani non hanno affatto sfigurato. Motivo aggiunto per seguire e rafforzare una specialità che può dare tanto di più in termini di risultati assoluti e di spettacolo puro.

"L'Autocross dell'Adriatico" si presenta così nel migliore dei modi, proprio per esaltare le doti di guida di veri funamboli del controsterzo, abili a domare spesso auto belle e aggressive, ma soprattutto dotate di potenze, in molti casi oltre 480 cv, davvero impegnative da gestire. Sarà così nel Gruppo 2, dove il leader Marco Venturi, dovrà tenere sotto controllo la sua potentissima Mitsubishi Lancer, ma anche la concorrenza, a partire da Giancarlo Amatori, in gara con la sua muscolosa Fiat Punto 2.0, nonché Natale Casalboni, anche lui alle prese con la superdotata Colt 2.0. Il Gruppo 3 rappresenterà ancora una volta uno dei piatti forti del week end romagnolo. Infatti alla tanta quantità, si abbina la tanta qualità. Simone Firenze si presenta in testa al campionato, curiosamente senza mai aver vinto una gara, ma, pur risultando molto veloce, ha avuto nella regolarità la sua arma vincente. Insegue Omar Modolo, che proprio sul tracciato Riorc quest'anno ha sempre vinto, anche se dopo duelli serratissimi.

Sarà molto interessante seguire la gara del Gruppo 4 dove, come per i kart cross, c'è grande attesa vista la situazione di classifica. Con i Buggy 1.6, battaglieranno in molti, cercando di approfittare dell'assenza di Davide Serra, leader in campionato, a partire da Claudio Pigato, vincitore nelle due precedenti occasioni di Borgo Faina, ma penalizzato dallo zero in casella rimediato nella gara di Vighizzolo D'Este. Il gran finale sarà riservato al Gruppo 5, ovvero la formula uno dell'autocross. Nel raggruppamento riservato ai superbuggy, monoposto molto prestazionali, dotate di potenze che sfiorano i 500 cv a fronte di un peso contenuto in 740 kg, il punto di riferimento è rappresentato da Alessandro Gallotta, che però è tallonato da Emanuele Consoli. Non lontano Paolo Chiggiato. Dunque, anche in questo caso non mancherà lo spettacolo e l'incertezza.

Nella circostanza si chiuderà il cerchio anche nei confronti dei fedelissimi, ovvero tutti i piloti che hanno partecipato ai tre eventi stagionali nell'impianto di Borgo Faina. All'insegna dell'ottimismo e del riconoscimento verso il lavoro svolto, le dichiarazioni di Roberto Fagnani, Assessore allo Sport del Comune di Ravenna: "Siamo molto contenti ed orgogliosi di ospitare sul nostro territorio, nell'impianto di Borgo Faina, eventi come questo. Un'idea nata e fortemente voluta da Giovanni Trincossi, poi appoggiata dall'Amministrazione Comunale, che, con un lavoro di squadra, unitamente ad altre persone, ha permesso di dar vita a eventi di autocross molto, molto importanti e dalla larga partecipazione. Evidentemente quando si lavora su progetti seri, con passione e tutti insieme, alla fine i risultati si ottengono; poi parliamo di uno sport motoristico, che dico sempre, fa parte del dna del nostro Paese. Dunque siamo davvero entusiasti di poter rivivere un nuovo appuntamento a Borgo Faina, in questa bellissima pista di autocross".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento