menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Olimpia Teodora si regala la vittoria e rompe il lungo digiuno

Domenica, a San Giovanni in Marignano si disputerà il ritorno del derby di Romagna.

L'Olimpia Teodora rompe il digiuno e si regala la vittoria tanto attesa contro Sassuolo. "Ci siamo fatti un bel regalo di Natale - commenta coach Nello Calendo -. Usciamo da un periodo non positivo e fare risultato con Sassuolo sicuramente ci dà le giuste motivazioni in più per San Giovanni in Marignano. Ora andiamo avanti un passo alla volta, sicuramente giocheremo per vincere dando il massimo”. Simona Gioli, centrale della Conad Ravenna è felicissima: “È stata una partita determinante per noi soprattutto per il morale. Dopo tanti schiaffi finalmente è arrivata una bella vittoria. Questo 3 a 0 contro Sassuolo ci fa respirare. Ci siamo fatti il regalo di Natale, non significa nulla per ora perché domenica giocheremo con un’altra squadra molto tosta e fuori casa. Questo deve essere un inizio, intanto godiamoci questo 3 a 0”.

Il capitano Lucia Bacchi sottolinea: “Sarebbe molto bello a San Giovanni in Marignano farci il regalo di fine anno. Non so però se però ci vogliamo così bene da farci tanti regali. Non ho visto giocare Sassuolo come il suo solito, però noi abbiamo tenuto alta la concentrazione e la cattiveria e siamo riusciti a portare a casa la partita in tre set. Credo comunque che si possa ancora migliorare le nostre prestazioni di partita in partita”. Top scorer del match insieme a Obossa del Sassuolo è stata Yare Mendaro con 16 punti: “Sono molto molto contenta del lavoro della squadra perché abbiamo passato dei giorni durissimi in cui non riuscivamo a trovare la vittoria. Vincere 3 a 0 contro una squadra ben composta per noi ci porta morale. Il lavoro di squadra è stata la chiave per vincere. Ci siamo messi tutti su ogni palla e ogni azione e sono molto orgogliosa del lavoro che abbiamo fatto”.  

Al fischio d’inizio coach Nello Caliendo schiera lo starting six composto da capitan Bacchi e Aluigi sulle bande, Mendaro opposto, Agrifoglio al palleggio, Torcolacci e Gioli centrali, Rocchi libero. Dal lato opposto del taraflex coach Barbolini fa scendere in campo Galletti in regia, Obossa in diagonale, Crisanti e Squarcini al centro, Provaroni e Joly attaccanti di posto 4, Zardo libero. L’avvio di match è in perfetto equilibrio, il muro di Gioli vale il 2-1, l’ace di Squarcini il 3-4 e le squadre si scambiano la leadership più volte.

Il primo allungo è per Ravenna, firmato da due attacchi di Bacchi e dal muro di Torcolacci per il 9-6, poi due punti consecutivi di Mendaro valgono il 12-8, respingendo l’aggancio ospite sul 9-8. Sassuolo lavora bene a muro e con pazienza ricuce il divario fino al 15-15, poi recupera nuovamente sul 20-20 dopo che Mendaro aveva realizzato il nuovo allungo sul 20-17. Ci pensa la capitana Bacchi a griffare la fuga decisiva sul 23-20, poi ancora Mendaro chiude i conti al secondo tentativo per 25-22. Dopo lo 0-1 ospite, 4 punti consecutivi di una Gioli scatenata valgono il 4-1 ravennate. Sassuolo pareggia a quota 5 e, dopo l’8-5 firmato da 2 attacchi di Bacchi, mette a segno un super parziale di 0-6 che vale il sorpasso sull’8-11.

L’Olimpia Teodora reagisce al momento di difficoltà e a sua volta, con un muro di Torcolacci e un attacco di Mendaro, piazza il 4-0 del controsorpasso per 12-11. Il turno di servizio di Calisesi regala un nuovo allungo alle padrone di casa sul 17-13, poi Gioli scava il solco definitivo sul 20-14. Sassuolo rientra fino al 21-17, ma con Bacchi, prima a muro e poi in attacco, la Conad vola sul 24-17 e chiude al primo colpo per 25-17. Ancora Gioli apre le danze nel terzo set firmando il 2-0, ma Sassuolo trova subito il pari a quota 5.

L’equilibrio non dura però per molto perché Mendaro a muro e Agrifoglio con l’ace regalano la nuova fuga all’Olimpia Teodora sul 9-5. Mendaro firma l’11-6 e la frazione pare in discesa per le padrone di casa, che riescono a respingere il tentativo di rimonta delle emiliane sull’11-9, tornando avanti di 5 sul 16-11. Sassuolo non molla e si riporta, prima a -2 sul 19-17, poi, dopo un break di Aluigi sul 21-17, addirittura a -1 sul 21-20. Le Leonesse riescono però a dare la zampata nel finale e, con un colpo di seconda di Agrifoglio, volano sul 24-20, chiudendo poi subito la partita con Aluigi per 25-20. Domenica, a San Giovanni in Marignano si disputerà il ritorno del derby di Romagna. Per rivedere al PalaCosta le ragazze di coach Caliendo bisognerà attendere il 20 gennaio, quando a Ravenna arriverà Cutrofiano.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento