rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Sport

L'OraSì batte Roseto con una bella prova di squadra

Non basta a Roseto la grande prestazione di Adam Smith che segna 29 punti nonostante una accurata marcatura da parte dei ragazzi giallorossi

È vittorioso l’esordio al Pala De Andrè della nuova divisa da gioco di OraSì Ravenna, che porta casa una difficile partita contro Roseto per 86-79, grazie a un’ottima prova di squadra. I padroni di casa ruotano a 9 con la presenza a sorpresa di Crusca in quintetto e ritrovano i punti di Stefano Masciadri, top scorer giallorosso con 18. Doppia cifra anche per gli americani Marks (11) e Smith (16), che controlla il pitturato catturando anche 16 rimbalzi. Ravenna riesce a prevalere nel conto dei rimbalzi e segna almeno 8 punti con 7 diversi giocatori. Non basta a Roseto la grande prestazione di Adam Smith che segna 29 punti nonostante una accurata marcatura da parte dei ragazzi giallorossi.

OraSì, vittoria contro Roseto (foto di Massimo Argnani)

LA PARTITA - Il match comincia nel segno dell’equilibrio, Roseto prova ad allungare un paio di volte, ma l’OraSì risponde colpo su colpo e pareggia, prima a quota 10 con Taylor Smith, poi a 17 con il canestro allo scadere di Chiumenti. A inizio secondo quarto entra in partita Adam Smith che ne mette 5 consecutivi, ma due rubate con canestro in contropiede di Sabatini impattano nuovamente il match a quota 24. Ravenna prova ad allungare sul 37-31 quando mancano meno di 5’ alla sirena, ma un parziale di 4-12 riporta avanti Roseto 41-43, prima che due liberi di Tambone fissino il punteggio sul 43-43 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

I ragazzi di Coach Antimo Martino rientrano in campo con maggiore energia a inizio secondo tempo e due triple firmate Masciadri e Tambone valgono il 57-50. Adam Smith prova a riportare sotto i suoi, ma lo Smith giallorosso e una seconda bomba di Masciadri mantengono a +7 i padroni di casa (64-57). 5 punti consecutivi di Sgorbati valgono il 70-60 di fine periodo e in apertura di quarto quarto Ravenna allunga ancora, con due triple dello stesso Sgorbati e di Sabatini (76-64). I canestri di Smith e Masciadri in contropiede segnano il massimo vantaggio di +15 sull’82-67 a 4’ dalla fine, ma i giallorossi con qualche svarione nel finale permettono a Roseto di tornare in partita con due triple di Amoroso, che sull’82-77 ha anche in mano il pallone del -2, ma si ferma sul ferro. I giallorossi ritrovano lucidità e non sbagliano i liberi della staffa, portando a casa il successo per 86-79.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'OraSì batte Roseto con una bella prova di squadra

RavennaToday è in caricamento