rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Sport

L'OraSì reagisce alle difficoltà e stende Jesi con un gran secondo tempo

Tra i ragazzi di coach Antimo Martino spicca Giacomo Sgorbati che segna 10 punti tutti nel primo quarto, ma è attento e presente in ogni momento della partita

E' un'OraSì Ravenna capace di reagire alle difficoltà quella che batte Jesi 82-71 grazie a un secondo tempo da +17. Dopo aver sofferto ancora una volta l'orario e il giorno particolare della partita, dimostrando le stesse difficoltà al tiro della partita contro Piacenza, soprattutto nel secondo quarto, i giallorossi trovano la giusta intensità difensiva nella ripresa, quando i canestri di Derrick Marks (17 punti, 10 nel terzo quarto) e la solita grande presenza sotto canestro di Taylor Smith decidono l'incontro. Il centro americano firma una doppia doppia da 18 punti e 14 rimbalzi, a cui aggiunge addirittura 7 stoppate e le tre schiacciate che negli ultimi 2' chiudono la partita, esaltando il pubblico del Pala De Andrè. Tra gli ospiti ottima prova del duo americano Bowers (19 punti) - Davis (17) e di Maganza (15), mentre tra i ragazzi di coach Antimo Martino spicca Giacomo Sgorbati che segna 10 punti tutti nel primo quarto, ma è attento e presente in ogni momento della partita.

LA PARTITA

I giallorossi partono fortissimo con un grandissimo Sgorbati da 10 punti, che valgono il primo allungo sul 12-2 iniziale. L’OraSì cala però in intesità difensiva dopo la metà del primo quarto, subisce un parziale di 5-15 e dal 16-9 si ritrova al primo intervallo sotto 21-24. Grazie all’apporto della panchina Ravenna prova a ricucire e trova il nuovo vantaggio in apertura di secondo parziale, ma i ragazzi di Coach Antimo Martino faticano a trovare l’energia per prendere il controllo del match e anzi subiscono un nuovo break di 6-15 guidato da Tim Bowers, che dal 32-29 fa piombare i padroni di casa a -6 sul 38-44 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

Al rientro dall’intervallo lungo l’OraSì trova la forza di reagire, partendo prima di tutto dall’intensità difensiva. I giallorossi trovano il controsorpasso a metà quarto sul 50-49, poi, nonostante un infortunio alla caviglia elimini dalla partita Masciadri, i punti di Marks (10 nel quarto) e la presenza sotto canestro di Smith firmano l’allungo fino al 62-55 finale. È ancora Bowers che suona la carica per gli ospiti in apertura di quarto periodo e trova il -3 sul 64-61 con un gioco da 3 punti, ma 5 punti consecutivi di Tambone valgono il 69-61 e costringono al timeout Coach Cagnazzo. Ravenna continua a sbagliare molti canestri facili e la rubata e canestro di Bowers vale il -4 sul 71-67, ma i giallorossi hanno il merito di non mollare e, prima due schiacciate di Smith, poi una bomba di Raschi e infine una terza affondata del centro americano in contropiede segnano il massimo vantaggio e il definitivo 82-71.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'OraSì reagisce alle difficoltà e stende Jesi con un gran secondo tempo

RavennaToday è in caricamento