La Rekico a Cento per inaugurare una settimana di fuoco

Non è mai facile confermare i pronostici estivi che ti vedono come grande favorita per la promozione, ma la Tramec Cento c’è riuscita

La settimana di fuoco della Rekico, che la vedrà scendere in campo tre volte in sette giorni, inizia domenica alle 18 sul campo della capolista Tramec Cento, match che si disputerà al PalaSavena di San Lazzaro di Savena. Un impegno duro per i faentini, reduci da una doppia convincente vittoria, e pronti a farsi valere anche in casa di una delle regine del girone. Come sempre la sfida tra Faenza e Cento è uno degli appuntamenti più sentiti della stagione ed infatti sugli spalti del palasport bolognese ci saranno molti supporters romagnoli, che inciteranno i Raggisolaris dal primo all’ultimo minuto. Dopo la gara con Cento, la Rekico giocherà mercoledì al PalaCattani alle 20.30 contro Chieti nell’ultimo turno infrasettimanale del campionato, completando poi il tour de force domenica 2 febbraio alle 18 ad Ancona.

L’AVVERSARIO - Non è mai facile confermare i pronostici estivi che ti vedono come grande favorita per la promozione, ma la Tramec Cento c’è riuscita, grazie alle tante vittorie che le stanno permettendo di occupare la vetta della classifica insieme a Fabriano. Coppia cheha inoltre staccato il pass per la Final Eight di Coppa Italia che si disputerà dal 6 all’8 marzo a Ravenna. La formazione di coach Matteo Mecacci ha fino ad ora vinto 14 delle 17 gare disputate (le sconfitte sono arrivate in casa contro Rimini, a Civitanova Marche e a Piacenza) per merito di un organico esperto e con grande qualità che sta permettendo alla Tramec di avere il secondo miglior attacco del girone con 76.7 punti di media segnati e di subire 66.8 ad incontro. I punti sono inoltre equamente distribuiti come dimostrano i cinque giocatori in doppia cifra. Uno dei top player è il pivot Emanuele Rossi, miglior marcatore dei suoi con 12.1 punti di media, e miglior rimbalzista del girone con 10.2 carambole a gara, nonché terzo per valutazione. Sotto canestro si fa valere ed è ben coadiuvato da Alex Ranuzzi (10.7 punti a gara) e da Alessandro Paesano, che pur partendo spesso dalla panchina riesce a dare un impatto importante sulla partita come dimostrano i 9.5 punti di media. Molto interessante è anche il reparto esterni con il playmaker Yankiel Moreno, micidiale all’andata al PalaCattani con 23 punti, che orchestra il gioco sul perimetro insieme ad Ennio Leonzio (12 punti di media), consacratosi tra i giocatori più decisivi della serie B, e alla coppia formata da Matteo Fallucca (10.7) e da Nicolas Morici, bravissimi a colpire in velocità e ad aprire il gioco, dando un grande contributo anche in difesa. Spiccate doti difensive le ha anche la guardia under Donato Vitale (’98), impiegato con continuità come l’ala Niccolò Venturoli (classe 2000). Domenica ci sarà anche Karim Idrissou, centro nativo del Benin del 2000, che Cento impiega soltanto da tre partite non essendo riuscito a tesserarlo nella prima parte di campionato per problemi burocratici. Completano il roster i play Giacomo Manzi (2000) e Francesco Roncarati (2001) e l’ala Matteo Vannini del 2001. La partita di domenica sarà la settima ufficiale in serie B tra Raggisolaris e Cento con gli emiliani che conducono 5-1. L’unica vittoria faentina risale al match di andata della stagione 2016/17.

"Cento è una squadra completa in ogni reparto e con tanta esperienza – sottolinea il pivot Dimitri Klyuchnyk – e sta meritando di occupare il primo posto. Sarà una partita molto difficile, ma sono certo che ci faremo trovare pronti, perché stiamo attraversando un buon momento come dimostrano le ultime due vittorie. Credo che la sconfitta a Teramo abbia fatto aumentare in noi le motivazioni e quella rabbia agonistica che dobbiamo avere in ogni partita. All’andata abbiamo tenuto testa a Cento per oltre trenta minuti, poi sono saliti in cattedra i suoi giocatori, bravi a sapere cosa fare al momento giusto e a punirci con il loro cinismo. Domenica dovremo evitare di farci sorprendere e quindi bisognerà mantenere sempre alta l’attenzione e l’intensità. A livello personale, sono contento di essere finalmente ritornato dopo due mesi di assenza per infortunio e il mio rientro con Montegranaro è stato molto positivo: ho giocato 13 minuti, il tempo che avevo prefissato con allenatore e staff medico, e soprattutto il giorno dopo la gara non ho sentito dolore. Adesso devo lavorare per trovare la migliore condizione fisica. Ho vissuto un periodo difficile, perché la schiena necessita di cure particolari, e ogni settimana in base al mio stato di salute decidevamo le cure da seguire. Non ho quindi mai avuto certezze sul mio rientro e questa situazione ha aumento i miei stimoli per cercare di ritornare il prima possibile a dare una mano ai miei compagni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PROSSIMO TURNO – La Rekico giocherà ospiterà mercoledì 29 gennaio alle 20.30 l’Esa Italia Chieti nel secondo e ultimo turno infrasettimanale della stagione. Domenica 2 febbraio alle 18 sarà invece di scena ad Ancona. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • Il bagno con gli amici si trasforma in tragedia: perde la vita un 28enne

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

Torna su
RavennaToday è in caricamento