Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport

La vittoria sfuma negli ultimi secondi: la Rekico sfiora il colpo grosso a Bernareggio

La partita è equilibrata e combattuta come da previsioni. Resta la consapevolezza di poter vincere sul campo lombardo martedì in gara 2

Non c’è stato il lieto fine per la Rekico nel primo atto della serie play off con Bernareggio. La vittoria è sfumata negli ultimi secondi, ma resta la consapevolezza di poter vincere sul campo lombardo martedì in gara 2, visto che fino a 35’’ dalla fine i faentini erano avanti dopo aver condotto per lunghi tratti e dopo aver giocato un ottimo quarto periodo, con l’unico rammarico di non aver chiuso prima i conti. Un episodio che servirà in vista delle prossime gare.

La partita è equilibrata e combattuta come da previsioni con Bernareggio che si porta subito sul 12-5 approfittando di un approccio soft della Rekico che poi reagisce alla grande e dalla tripla del 16-14 di Pierich prende in mano l’inerzia. Un break di 11-0 permette l’allungo con Anumba che firma la tripla del 39-31. La Vaporart risponde alla grande trascinata dall’ex di turno Aromando, artefice del controbreak di 9-0, ma all’intervallo sono i Raggisolaris ad essere avanti, 43-42 grazie al tiro da tre di Petrucci segnato allo scadere.

Nel terzo quarto è ancora la Vaporart a comandare i giochi, grazie ad un gioco veloce e fisico, che permette di affrontare Faenza a viso aperto. Sotto 53-61 la Rekico reagisce ancora alla grande: prima con la tripla di Testa poi spingendosi sul 71-65 al 33’, restando lucida nei concitati ultimi minuti quando la tensione sale. A 35’’ dalla fine i Raggisolaris conducono 81-78 dopo aver fallito alcune occasioni per allungare, ma Todeschini riporta sotto i suoi per l’80-81. Bernareggio è poi brava a rubare palla e ad innescare Laudoni che firma il sorpasso (82-81). A 21’’ dalla fine la Rekico ha una rimessa laterale dopo un time out, ma non la sfrutta perché Quartieri ruba palla costringendo Rubbini al fallo per non farlo fuggire in campo aperto, tocco che a termini di regolamento è antisportivo. La guardia dalla lunetta è fredda (2/2 per l’84-81) poi Bernareggio chiame time out e ritorna in campo con il pallone nelle mani. Faenza commette fallo e questa volta è Todeschini dalla lunetta a fare percorso netto (86-81) poi Rubbini segna allo scadere il canestro dell’83-86.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vittoria sfuma negli ultimi secondi: la Rekico sfiora il colpo grosso a Bernareggio

RavennaToday è in caricamento