rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Sport

Il Ravenna strappa gli applausi, il Lentigione si prende la vittoria

“Sono contento della prestazione della squadra ma molto dispiaciuto per la sconfitta – spiega l’allenatore Marsili -. Pur giocando un’ora in dieci uomini abbiamo creato più di loro e non abbiamo corso rischi particolari"

Il Ravenna strappa gli applausi, il Lentigione si prende la vittoria. Una concreta e valida prestazione non basta ai giallorossi per uscire dal terreno della compagine reggiana con un risultato positivo che avrebbe ampiamente meritato. Penalizzati dall’arbitro, che si accanisce su Mandorlini decretandone l’espulsione dopo 37’, e che non vede un fallo su Iglio in occasione del gol, e incapaci di mettere a frutto tre splendide occasioni da rete, i giallorossi incassano un ko beffardo al termine di un match ben giocato e ben interpretato.

Decide, nel finale, il guizzo di Miftah, decisivo anche domenica scorsa nel successo di Rovigo. In un primo tempo con poche emozioni, è il Ravenna a distinguersi per pericolosità: al 35’ Radoi sfonda sulla sinistra e mette in mezzo, Innocenti si porta via un avversario, De Vecchis, a due passi dalla porta spalancata, alza incredibilmente la mira. Al 45’ Radoi fa fuori in dribbling stretto tre avversari e poi trova sulla sua strada la decisiva deviazione di De Angelis. In mezzo alle due opportunità, il Ravenna resta in dieci: al 37’ l’implacabile Di Paolo si accanisce su Mandorlini sanzionandogli una seconda inesistente ammonizione, che gli vale l’espulsione.  Il Lentigione si fa vedere solo al 36’ con un tiro ravvicinato di Tarana, che termina alto. Al rientro in campo Marsili inserisce Battiloro al posto di Atzori e mantiene Radoi in sacrificio in difesa sulla corsia di sinistra, soluzione attuata dopo essere rimasti in dieci, fino al 10’ quando esce Innocenti ed entra Caidi e Radoi viene riportato a centrocampo. Anche in dieci il Ravenna si fa apprezzare e al 13’ Del Mastio dal limite impegna De Angelis in una difficile respinta a terra. Il Lentigione si scuote e comincia ad aumentare la pressione, grazie anche all’ingresso di Roma per Chiurato che dà maggiori equilibri; il Ravenna arretra di qualche metro e Marsili rimedia inserendo Ballardini al posto di Radoi.

E al 34’ arriva la beffa: su un traversone dalla destra, Iglio e Mezgour entrano in contatto; la palla sfugge al numero uno giallorosso, Miftah è in agguato e da due passi infila nella rete sguarnita. I giallorossi non hanno più la forza per reagire e nel finale rischiano in contropiede per due volte di subire la seconda rete. Sarebbe stato davvero troppo. “Sono contento della prestazione della squadra ma molto dispiaciuto per la sconfitta – spiega l’allenatore Marsili -. Pur giocando un’ora in dieci uomini abbiamo creato più di loro e non abbiamo corso rischi particolari. Noi lavoriamo in settimana per farci trovare pronti alle partite ma non possiamo allenarci contro i torti arbitrali. Non voglio piangermi addosso e non voglio creare alibi però è indubbio che le decisioni del direttore di gara hanno inciso sulla gara. Contro un Lentigione ricco di individualità e dai buoni valori tecnici abbiamo fatto una bella prestazione e meritavamo il risultato: questo mi lascia sereno e tranquillo. E mercoledì contro la Virtus Castelfranco cercheremo subito di rifarci”. 

Il tabellino della gara 

LENTIGIONE-RAVENNA 1-0 

LENTIGIONE (4-3-1-2): De Angelis; Santagiuliana, Galuppo, Vecchi, Ferrari; Fyda (1’ st Opoku), Savi,
Tarana (42’ st Pessagno); Miftah; Mezgour, Chiurato (21’ st Roma). A disp.: Medioli, Addona, Narducci, Tortora, Fiorini, Capitani. All.: Zattarin. 

RAVENNA (4-4-2): Iglio; Maini, Mandorlini, Antoniacci, Leonardo; Atzori (1’ st Battiloro), Righini, Del Mastio, Radoi (29’
st Ballardini); De Vecchis, Innocenti (13’ st Caidi). A disp.: Stella, Magri, Mantovani, Xeka, Guagneli, Ambrogetti. All.: Marsili. ARBITRO: Di Paolo di Chieti. 

RETE: 34’ st Miftah. 

NOTE: Spettatori circa 200. Espulsi al 37’ pt Mandorlini per doppia ammonizione e a fine partita Opoku. Ammoniti: Atzori, Galuppo, Mezgour, Righini, Caidi. Angoli: 7-2 per il Lentigione. Recupero: 2’ e 5’. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Ravenna strappa gli applausi, il Lentigione si prende la vittoria

RavennaToday è in caricamento