menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta greco-romana: ai mondiali master Piccinini porta a casa l'argento

a Sarajevo in Bosnia, Domenico Piccinini, della società Portuali, ha conquistato una splendida medaglia d'argento nella categoria 69 kg

Nei campionati mondiali master di lotta greco-romana, organizzati dalla FILA (Federazione Internazionale di Lotta) e riservati ad atleti sopra i 35 anni, svoltisi la settimana scorsa a Sarajevo in Bosnia, Domenico Piccinini, della società Portuali, ha conquistato una splendida medaglia d’argento nella categoria 69 kg, divisione C (tra i 45 e i 50 anni). Il risultato migliora il bronzo meritato l’anno scorso a Budapest in Ungheria, ma lascia l’amaro in bocca all’atleta ravennate perché la medaglia d’oro gli è sfuggita in un incontro molto tirato e incerto, che solo all’ultimo ha premiato l’ex nazionale ed olimpionico della Bulgaria Emil Budinov, pluricampione mondiale master e campione in carica.

Piccinini era arrivato in finale dopo aver superato nei quarti il russo Alexander Smirnov, già iridato master, e in semifinale lo svedese Lars Micael Dahl. Piccinini è stato ininterrottamente ai vertici nazionali della lotta greco-romana dal 1977, quando si impose nei Giochi della Gioventù, fino al 1999, quando, raggiunto il limite di età di 35 anni, ha conquistato la Coppa Italia Uno interregionale. Ha collezionato successi in ogni settore di questa disciplina, bene classificandosi anche in campionati e tornei internazionali e mondiali. In campo nazionale, si ricordano i cinque titoli di campione italiano assoluto nella categoria 74 kg, conquistati ininterrottamente dal 1990 al 1994, e sei primi posti nella Coppa Italia.

Avendo ripreso a gareggiare dopo una lunga inattività agonistica, è salito ininterrottamente sul podio nei campionati mondiali dei veterani, classificandosi terzo nel 1999 a Kouvola in Finlandia, secondo nel 2010 a Belgrado in Serbia, terzo nel 2011 a Raciborz in Polonia , terzo (come già detto) nel 2012 a Budapest. Esempio di longevità agonistico/sportiva ai più alti livelli, aggiunge ora, alla vigilia dei 50 anni, l’argento di Sarajevo. Vice ispettore del Corpo forestale dello Stato, si deve a lui l’idea, sottoposta al sindaco tramite Lista per Ravenna e subito accolta, di dedicare alla pineta Ramazzotti, drammaticamente incendiata il 19 luglio 2012, una giornata di lutto civico, celebrata il successivo 19 agosto.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento