Magia di Thomas all'ultimo secondo: l'OraSì sbanca Mantova e vola alle Final Eight di Coppa Italia

Contro gli Stings è stata una partita alquanto sofferta, che ha visto gli americani sottotono per buona parte del match

Mai dare per spacciata l'OraSì Ravenna. Quando la sfida sembrava indirzzata sui binari di Mantova, la squadra di coach Massimo Cancellieri ha trovato nelle mani di Thomas all'ultimo secondo il canestro del 75-74. Contro gli Stings è stata una partita alquanto sofferta, che ha visto gli americani sottotono per buona parte del match. Ma nel finale sono stati Potts e Thomas a guidare la clamorosa rimonta, assistiti da Venuto e Treier.

A un secondo dalla fine l'OraSì era a -2. Dopo l'uno su due di Raspino dalla lunetta, coach Cancellieri ha architettato la giocata decisiva: bomba di Thomas e tre punti inaspettati. Una vittoria che premia la tenacia della squadra di coach Cancellieri, brava a rimanere a contatto anche quando Mantova sembrava aver in pugno la partita. Ravenna ha saputo reagire ad una partenza fulminea degli avversari, ha mandato in campo nove giocatori, tutti a segno e tutti concentrati nel portare a casa una vittoria importante. Una gara dura, con quatto falli antisportivi (due per parte), il ferro di un canestro cambiato, e la prodezza finale di Thomas. Ravenna resta così in vetta al campionato, garantendosi matematicamente la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia. Tra i migliori in campo, oltre a Treier, anche Marino, autore di ben otto assist.

"Tutta la partita è stata per noi un continuo cambio di prospettiva, nel cercare i quintetti giusti per provare a rispondere a Mantova, che ha prodotto una difesa di altissima qualità e ci ha fatto faticare per tutti e 40 minuti a trovare il canestro - afferma coach Cancellieri -. Nonostante una partenza non buona, abbiamo saputo rientrare grazie alla difesa e mi fa piacere che anche in trasferta, quando gli altri ti costringono a cambiare tutte le traiettorie dell'attacco, riusciamo a produrre difese importanti. Dobbiamo imparare che in questo campionato tutte le squadre giocheranno con questa intensità. Devo fare i complimenti alla squadra, perché vincere una partita così è obiettivamente difficile. L'abbiamo vinta con un tiro da tre all'ultimo secondo quando eravamo sotto di due, mentre in una partita del genere altre squadre sarebbero potute andare anche sotto di 15. Tutta la panchina ha dato il proprio contributo a questa vittoria, i due estoni in maniera importante".

La partita

L’OraSì scende in campo con Potts, Thomas, Chiumenti, Marino, Sergio; Mantova con Raspino, Ferrara, Ghersetti, Clarke, Lawson. Inizio di quarto favorevole ai padroni di casa (11-4) che costringe coach Cancellieri al time out. Venuto entra e mette la tripla del 13-7, Mantova risponde dall’arco (20-11) poi Treier e Venuto accorciano (20-16). Nel finale la Pompea allunga fino al 28-16. Nel secondo quarto arrivano i primi due punti di Jurkatamm, poi Treier infila due triple e si fa sentire in difesa, 30-24 e time out Finelli. Ravenna con Thomas e una schiacciata di Seck arriva a -2 (30-28), si va all’intervallo lungo sul 39-33.

Terzo quarto punto a punto, poi un antisportivo a Treier riporta Mantova avanti di 9, ma Marino e Thomas rimettono tutto in discussione (46-44). Visconti e Ghersetti per il 51-44. Finale di tempo questa volta favorevole a Ravenna, che con un mini parziale si riporta sotto 55-52. Ultimi dieci minuti. Treier schiaccia il 55-54, che causa la rottura del ferro del canestro, che verrà cambiato dopo un’interruzione di circa un quarto d’ora. Gli ultimi 7 minuti e 41 secondi ripartono con una tripla di Potts sulla sirena (60-57), annullata da un gioco da tre punti di Raspino (63-57). I padroni di casa arrivano a +9 a 4 minuti dalla fine (71-60). Potts e Thomas tengono vive le speranze di Ravenna (71-65). L’OraSì c’è, Venuto ruba palla e lancia Thomas che pressato mette prima il -3 poi il -1 a meno di un minuto dalla fine (73-72). Mantova fa 1/2 dalla lunetta (74-72), Thomas ha i liberi del pareggio ma fa 0/2 e commette fallo su Raspino, che a sua volta fa 0/2 ai liberi, con il secondo che non tocca neppure il ferro. A un secondo e un decimo dalla fine rimessa in zona d’attacco per Ravenna che trova Thomas per una tripla incredibile che vale il primo vantaggio della serata, un vantaggio pesantissimo che significa vittoria, primato in classifica e accesso aritmetico alle final eight di Coppa Italia. Vince Ravenna 74-75

Il tabellino

Pompea Mantova: Sarto 2, Colussa NE, Poggi, Raspino 9, Visconti 16, Ferrara 4, Vigori, Ghersetti 11, Maspero 5, Epifani NE, Clarke 18, Lawson jr. 9. All.: Finelli. Assistenti: Cassinerio, Purrone.
OraSì Ravenna: Farina NE, Potts 8, Jurkatamm 7, Thomas 24, Chiumenti 2, Marino 10, Zanetti NE, Treier 12, Venuto 7, Seck 2, Sergio 3, Bravi NE. All.: Cancellieri. Assistenti: Bulleri, Taccetti.
Arbitri: Dionisi di Fabriano (An), Raimondo di Scicli (Rg), Pecorella di Trani (Bt)
Parziali: 28-16, 11-17, 16-19, 19-23
Mantova: da due 17/31, da tre 9/25, rimbalzi 14
Ravenna: da due 14/31, da tre 11/26, rimbalzi 32

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Allarga la tua casa costruendo una veranda

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Macabro ritrovamento in spiaggia: una donna scopre un cadavere in decomposizione

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

Torna su
RavennaToday è in caricamento