rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Sport

Pattinaggio, Matteo Casadei trionfa alla prima tappa della European Cup

Nella prima tappa di Coppa Europa brilla Matteo Casadei, giovane juniores ravennate che centra il bersaglio nella 15000 metri eliminazione, mentre la compagna Letizia Bellini sale sul terzo gradino del podio nella cronometro tra le allieve. Grande risultato di squadra per la Rinascita che si piazza al quarto posto.

Partenza col botto, quella dello juniores b Matteo Casadei della Rinascita pattinaggio corsa di Ravenna, alla prima tappa di European Cup svoltasi lo scorso weekend a Bologna. Il tenace sedicenne romagnolo si è infatti aggiudicato con un ampio margine di vantaggio la 15000 metri corsa ad eliminazione imponendosi in volata su un piccolo drappello di atleti giunti all'ultimo giro di una corsa molto agguerrita e combattuta.

Matteo ha lanciato la sua volata, come gli è consuetudine agli ultimi 300 metri e gli altri atleti nulla hanno potuto contro la sua straordinaria azione di forza e potenza. Matteo aveva vinto anche lo scorso anno questo importante trofeo che segna anche la tappa di apertura di Coppa Europa. Purtroppo il giorno seguente Casadei non ha potuto bissare il successo a causa di una brutta caduta in cui resta coinvolto a inizio gara, che lo mette purtroppo fuori dai giochi per i primissimi posti, ciò nonostante l'indomito Matteo si rialza e riesce a recuperare lo svantaggio sul gruppo aggiudicandosi nel finale anche la volata che lo piazza al quinto posto.

Grazie a questi importanti risultati l'alfiere ravennate si piazza al secondo posto nella combinata generale finale di Coppa Europa relativa alle lunghe distanze. Matteo nelle gare sprint giunge al settimo posto nella 1000 metri in linea e ottavo nella 500 metri sprint. Sempre nella categoria juniores b, ma in campo femminile, Giada Santucci deve accontentarsi di un sesto posto nella 500 metri sprint e di un settimo posto nella 1000 metri, distanze a lei non troppo congeniali, mentre deve arrendersi nelle distanze lunghe a causa di un malessere fisico. Ottima la prestazione delle ragazze della categoria allieve infatti la sprinter forlivese neo acquisto del team Letizia Bellini ha ottenuto il terzo posto nella sua specialità: la cronometro mentre è giunta quarta nella gara sprint. Grazie a questi risultati si piazza al quarto posto in classifica finale generale di Coppa Europa nella combinata delle gare di velocità.

La compagna di team Chiara Rossini si piazza al settimo posto nella 500 metri poi purtroppo resta vittima di una rovinosa caduta che la segna nelle gare seguenti. Noemi Buresta e Serena Mazzotti invece riescono ad entrare nella finalissima della corsa a punti ottenendo rispettivamente un undicesimo e decimo posto. In questa categoria era presente a Bologna l'altra allieva Silvia De Santis. In campo maschile ottimo risultato per Mattia Guerrini che riesce a guadagnarsi l'ingresso in finale nella 5000 metri ad eliminazione piazzandosi al nono posto. Erano presenti anche i seniores Luca Baldini e in campo femminile Benedetta Rossini. La sprinter ravennate ha ottenuto un ottimo quarto posto, nella 500 metri sprint alle spalle delle più forti specialiste nazionali e della vincitrice, la campionessa del mondo Erika Zanetti, e un quinto posto nella 1000 metri in linea. Grazie a questi risultati Benedetta si piazza al quarto posto in combinata generale finale per le gare di velocità e ottiene un ottimo posto nella specialità a lei più ostica: la 10000 metri corsa a punti ed eliminazione.

"Non posso certo lamentarmi per i risultati ottenuti", commenta l'allenatore Rossini, " però c'è il rammarico per quelli che avremmo potuto ottenere se il forte seniores Alessandro Gherardi fosse stato presente, se Matteo e Chiara non fossero rimasti vittime di cadute e se Giada fosse stata al top della condizione atletica e fisica, ciò nonostante la nostra squadra si è piazzata al quarto posto su un totale di circa 60 team provenienti da tutta Italia e da diverse nazioni estere come il Portogallo, l'Austria, la Germania, la Croazia e l'Ungheria, e abbiamo perso il podio nella speciale classifica per le società per una manciata di punti. Comunque ora siamo in partenza per la Francia dove andremo a disputare uno dei Trofei più impegnativi del mondo, la "Tre Piste" sede della seconda tappa di Coppa Europa, dove andremo a confrontarci con gli atleti più forti del mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pattinaggio, Matteo Casadei trionfa alla prima tappa della European Cup

RavennaToday è in caricamento