Medaglia 100 Km Passatore: Gabriel Bazo Briceno è il vincitore

La commissione ha inoltre segnalato Andrea Marino (2^A), Erika Casadio (2^A) e Martina Diversi (2^B) per l'originalità e la qualità esecutiva delle loro proposte

La commissione giudicatrice per l'assegnazione dei premi inerenti al concorso per la realizzazione della medaglia della 44^ “100 chilometri del Passatore” (28-29 maggio), riunitasi il 3 aprile scorso nell'aula di foggiatura del liceo artistico “Torricelli-Ballardini” di Faenza, ha emesso il suo verdetto assegnando a Gabriel Bazo Briceno (classe 2^A) il primo premio. Il tema del concorso, incentrato sui due grandi eventi annuali (le Olimpiadi ed il Giubileo), vuole richiamare grandi valori che vanno al di là delle differenze etniche, di colore, di credo e di usanze. La ‘giuria’, coordinata dai docenti del liceo Marco Tadolini e Luce Tasselli (non aventi diritto al voto), è composta dal presidente della 100 Km del Passatore Giordano Zinzani, dal vicepresidente Lorenzo Leoncavallo, dalla storica dell'arte e della ceramica (dal 2015 coordinatrice del corso post diploma Its) Viola Emaldi, dal direttore di gara Pietro Crementi e dal ceramologo, nonché presidente della “Associazione Ex Allievi del Ballardini” Piero Ravagli.

La commissione, a seguito di un'accurata selezione delle opere partecipanti, realizzate dagli allievi delle classi liceali ad indirizzo design – sezione ceramica, e dopo aver valutato la pertinenza al tema assegnato, la qualità esecutiva e l'originalità delle proposte, ha individuato all’unanimità nel disegno di Gabriel Bazo Briceno il prototipo più adeguato per la realizzazione delle medaglie. Nella motivazione si legge: "L'iconografia, pertinente al tema assegnato, si trasforma in decorazione dove ogni elemento resta comunque ben leggibile. La resa tecnica finale, di elevata qualità, denota una maestria esecutiva consolidata, frutto di assiduo impegno, anche in un ragazzo di giovane età". Seconda classificata Noemi Martini, anch'ella della 2^A, il cui elaborato mostra una "ottima resa mimetica plastica nella ritrattistica dei soggetti figurativi; ogni elemento partecipa a una composizione chiara, leggibile e completa nella dovizia di particolari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al terzo posto un'altra ragazza, Silvia del Pane (classe 2^B), il cui disegno presenta "belle pose dinamiche dei due soggetti protagonisti, in uno spazio libero da bordi, i quali conferiscono una elevata qualità grafica e progettuale in una composizione iconografica non scevra di spunti ironici". La commissione ha inoltre segnalato Andrea Marino (2^A), Erika Casadio (2^A) e Martina Diversi (2^B) per l'originalità e la qualità esecutiva delle loro proposte, affidando all'organizzazione la scelta dei modelli per la realizzazione della maglietta e del diploma, suggerendo le composizioni delle opere segnalate o di altre ritenute particolarmente adatte per la loro impostazione grafica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento