menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il mondo del volley piange la scomparsa di coach Piero Molducci

Se lo è portato via all'età di 65 anni un tumore, che lo aveva costretto ad inizio del 2020 a lasciare la panchina dell'Ibiza

Il mondo del volley romagnolo è in lutto per la morte di coach Piero Molducci. Se lo è portato via all'età di 65 anni un tumore, che lo aveva costretto ad inizio del 2020 a lasciare la panchina dell'Ibiza. Cervese, iniziò la carriera di giocatore negli anni Ottanta nella Serie A2. Nel 1991-92 fu ingaggiato dalla Moka Rika Forlì in A2 e nel 1993 passò alla Gierre Valdagno. Nel campionato 1996-97 esordì in Serie A1, alla guida dell'Auselda AED Roma. Passò poi ad allenare Ravenna, Parma e Latina. Nel 2005 vinse il campionato spagnolo alla guida dell'Unicaja Almería. Nel 2007 e 2008 con due campionati, portò il Forlì dopo sette anni dalla B1 alla  A1.

Tornò ad Almeria nel 2011, conquistando tre scudetti, tre Coppe del re e una Supercoppa spagnola. "Per me - raccontò nel 2013 Molducci in un incontro con l'ex sindaco di Cervia, Roberto Zoffoli - è stata una soddisfazione ancora maggiore per il fatto  che nel 2005 lasciai una squadra da vincitore e che quest’anno, al mio ritorno, siamo riusciti a rinnovare il successo". L'ultima panchina ad Ibiza, poi la lotta contro il tumore.

Nella foto Piero Molducci con l'ex sindaco di Cervia Roberto Zoffoli nel 2013

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento