Non basta la personalità: l'OraSì cede contro Roseto, ma non molla la corsa playoff

Il prossimo incontro di OraSì Ravenna è previsto per domenica alle 18 al Pala de André contro la Dinamica Generale Mantova

Una leonina OraSì Ravenna si batte con personalità sul campo di Roseto, ma dopo 35’ di grande equilibrio è costretta a cedere strada ad una Mec Energy pimpante e concentrata, che con il successo di domenica conquista la matematica qualificazione ai playoff. A sparigliare le carte ed a rompere l’equilibrio è il parziale di 19-2 che Roseto riesce a costruire tra il 32’ ed il 37’, spinta dalle triple di Marulli e Borra. Il break rosetano rasenta i limiti della perfezione, con un differenziale di +9 a rimbalzo ed un tremendo 5/7 da tre punti nei dieci minuti finali ai quali l’OraSì non è riuscita a replicare. L’ondata rosetana prosegue fino alla sirena finale, imponendo alla gara un risultato decisamente troppo ampio rispetto a quanto visto sul parquet.

"Faccio i miei complimenti a Roseto, che ha meritato questa vittoria grazie ad un break decisivo nei minuti finali, dovuto al talento, alla fisicità e la profondità del suo roster - afferma coach Antimo Martino -. Per questo, al di là del risultato, ingeneroso per quello che si è visto in campo, sono contento della prestazione della mia squadra, che ha giocato un’ottima partita ed è stata in grado di dare battaglia fino alla fine. Purtroppo, dopo avere giocato con personalità e a viso aperto per 33’, sulle due triple di Marulli e le due di Borra, non siamo riusciti a produrre una reazione sufficientemente forte. Questo mi dispiace, ma una prestazione di questo genere è ciò che cercavo. Nelle prossime due partite vogliamo dare il massimo per provare a raggiungere i playoff: sappiamo che il calendario e la classifica attuale non ci aiutano, ma possiamo contare sulla serenità di chi ha raggiunto il proprio obiettivo e oggi gioca per un traguardo che pochi mesi fa sembrava fantascientifico. Non dimentico infatti che a giugno non eravamo certi dell’iscrizione in A2, che la nostra squadra presenta otto esordienti in questa categoria e che abbiamo perso quattro delle prime sei partite casalinghe, pagando il pedaggio nel passaggio dal PalaCosta al Pala de André. Con pazienza abbiamo affrontato tutte queste situazioni e oggi, a due giornate dal termine della stagione regolare, siamo ancora in ballo per un posto ai playoff. Questo è un risultato che ci gratifica e ci spingerà a dare il massimo anche contro Mantova e Treviso.”

La cronaca. L’atmosfera del PalaMaggetti è calda sin dall’inizio. Casini (10) e Masciadri (7) aprono le danze per i colori giallorossi, mentre per la Mec Energy è Bryon Allen, premiato Miglior giocatore del mese di marzo nel pre-partita, a replicare e a segnare i canestri che tengono avanti i padroni di casa alla prima sirena (19-17). In avvio di secondo quarto Roseto prova ad allungare, trascinata ancora da Allen (14 al 20’, 24 al 33’), ma l’OraSì non demorde e risponde colpo su colpo fino al 38-35 sul quale si entra nell’ultimo minuto della prima metà di gara. Qui Marulli trova la magia sulla sirena che manda le squadre all’intervallo su un 41-35 Roseto generoso nei confronti dei padroni di casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ripresa non attenua la replica giallorosso; l’OraSì che esce dagli spogliatoi è reattiva e battagliera e, sospinta dai canestri di Deloach e Raschi, riesce a sorpassare e a dare battaglia per tutto il terzo periodo, in un’alternanza di sorpassi e controsorpassi che ha saputo tenere con il fiato sospeso i 2500 del PalaMaggetti, tra i quali una ventina di coraggiosi supporters ravennati. L’equilibrio si protrae anche in avvio di quarto periodo, fino al canestro da tre punti di Molinaro che stampa il 56-59 OraSì al 33’. Il cambio di passo di Roseto è però irresistibile: il predominio a rimbalzo foraggia un gioco da tre punti di Weaver e apre la strada alle due bombe di Marulli per il 68-61 del 35’, preludio al 73-61 firmato da altri due punti di Weaver e da una tripla di Borra. Smith ferma l’emorragia, ma altri due canestri dalla distanza di Borra e Moreno permetteno a Roseto di mantenere il controllo del match fino alle battute finali. Il prossimo incontro di OraSì Ravenna è previsto per domenica alle 18 al Pala de André contro la Dinamica Generale Mantova.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

  • Finisce con le ruote nello scavo del cantiere stradale e si schianta contro un escavatore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento