Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport

Nuoto sincronizzato, le atlete del Centro sub nuoto si preparano alla stagione

Le giovani atlete si sono ritrovate da poco più di un mese per una stagione agonistica che prenderà il via solo in febbraio dal punto di vista delle competizioni ufficiali

E’ il balletto acquatico, che unisce la grazia della danza all'originalità dei movimenti: abituiamoci a chiamarlo “nuoto artistico” e non più “nuoto sincronizzato”, perché questa è la denominazione ufficiale stabilita da qualche mese dalla Federazione internazionale. A Faenza il Centro Sub Nuoto Club 2000 può mettere in acqua una sessantina di ragazze e ragazzine, entusiaste di vivere insieme questa esperienza sportiva che incentiva lo sviluppo psicofisico ed abitua la mente a memorizzare e a mantenere la concentrazione, oltre a sviluppare padronanza e armonia col proprio corpo. Il nuoto artistico, disciplina olimpica ormai da 33 anni, richiede capacità acquatiche, forza, resistenza, flessibilità, grazia, abilità artistica, un'esatta coordinazione dei tempi e padronanza dell'apnea subacquea.

Le giovani atlete si sono ritrovate da poco più di un mese per una stagione agonistica che prenderà il via solo in febbraio dal punto di vista delle competizioni ufficiali. “La preparazione delle coreografie richiede tanto tempo e numerosi allenamenti - spiega Susy Minelli, allenatore capo del Centro Sub Nuoto la quale coordina le altre tre allenatrici -. Lo scopo è migliorarsi sempre più, per poi sottoporsi all’esame delle giurie che è sempre severo. Dopo la preparazione in spiaggia, quindi nel parco della piscina comunale, dal 25 settembre è iniziata quella in acqua nel nuovo impianto di via Marozza a Faenza. Basta assistere a una sola esibizione per comprendere il perché la preparazione debba essere lunga e meticolosa”.

Le atlete eseguono gli esercizi coreografici in sincronia con la musica che viene sentita grazie a degli altoparlanti stagni detti "subacquei". Le competizioni si dividono in esercizi tecnici ed esercizi liberi. Le sincronette del Centro Sub Nuoto, uno dei più importati poli emiliano-romagnoli del nuoto artistico, partecipano sia ai campionati della Federnuoto sia a quelli dell’Uisp in ambito regionale, suddivise per categorie basate sulle fasce d’età: dalle più giovani Esordienti C nate nel 2009 e, salendo per bienni, alle Esordienti B, alle Esordienti A, alle Ragazze, alle Junior, per arrivare alle Senior sui 18 anni e più. Tranne le più giovani, impegnate due volte, le atlete del nuoto artistico sono chiamate in media dai 3 ai 4 allenamenti settimanali. Tra qualche settimana verranno designate le atlete che si cimenteranno nel Solo, nel Duo, nel Trio (solo per l’Uips) e in Squadra. Il calendario delle gare sarà definito entro ottobre, ma già si sa che all’inizio di marzo il Centro Sub Nuoto ospiterà il Trofeo Fin regionale per tutte le categorie e in maggio i campionati regionali uisp Esordienti B e C. “Veniamo da una stagione 2017 positiva dal punto di vista organizzativo e dei risultati - aggiunge Minelli -: il nostro auspicio è che il gruppo possa essere sempre affiatato e raccolga ciò che merita. Inoltre aspettiamo che si aggiungano giovani atleti maschi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuoto sincronizzato, le atlete del Centro sub nuoto si preparano alla stagione

RavennaToday è in caricamento