Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

L'OraSì attende Ferrara, Oxilia: "Ora arriva il bello. Dobbiamo prenderci la rivincita dopo la partita d'andata"

L'INTERVISTA - "Siamo riusciti a riprenderci da un brutto inizio di campionato e sono molto fiducioso per il proseguo"

In attesa dell'ultimo importante match di regular season in programma mercoledì prossimo contro Ferrara, Tommaso Oxilia fa il punto della situazione. Trasferitosi da Forlì alla città bizantina durante il mercato della scorsa estate, il classe '98 fa un piccolo bilancio prima del rush finale. Sostenendo la propria crescita e la non esistenza di una vera e propria favorita per la promozione in A1, Oxilia conferma l'esistenza di un rovescio della medaglia nella stagione in corso.

Oxilia, un bilancio personale di questo primo anno a Ravenna, a una partita dal termine della stagione regolare, sia di squadra che personale?
"Penso sia stato un anno molto importante per me, un anno di crescita tecnica, fisica e mentale. Siamo riusciti a riprenderci da un brutto inizio di campionato e sono molto fiducioso per il proseguo. Ora arriva il bello".

La partita contro Ferrara sarà un importante crocevia per la vostra stagione. Quale potrà essere la chiave del successo e quali errori non dovrete commettere?
"Sarà una partita molto importante per posizionarci nella migliore posizione possibile in classifica, Ferrara è una squadra molto esperta che non molla mai, noi dobbiamo cercare di prenderci una rivincita dopo la partita dell’andata, che ci siamo fatti scivolare dalle mani".

Come dovrà chiudersi la stagione per rendere te e la squadra soddisfatti e senza rimpianti?
"Dobbiamo continuare a giocare come stiamo facendo e vedere fino a dove riusciamo ad arrivare, non ci poniamo limiti".

Chi vedi favorito per il salto di categoria considerando entrambi i gironi? In particolare, come vedi Forlì?
"Quest'anno ci sono molte squadre strutturate per il salto di categoria, basti pensare a corazzate come Torino, Forlì, Scafati, Napoli. Non penso ci sia una vera e propria favorita, si vedrà con il proseguo del campionato chi riuscirà a spuntarla".

Che effetto fa giocare senza tifosi al palazzetto?
"Purtroppo questo pandemia sta mettendo tutti a dura prova, in qualsiasi campo. Noi abbiamo avuto la possibilità di praticare la nostra passione, che poi è anche il nostro lavoro. Il rovescio della medaglia purtroppo è l’assenza del pubblico, vero motore di qualsiasi sport, speriamo che nel più breve tempo possibile i tifosi possano tornare sugli spalti a sostenerci e a divertirsi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'OraSì attende Ferrara, Oxilia: "Ora arriva il bello. Dobbiamo prenderci la rivincita dopo la partita d'andata"

RavennaToday è in caricamento