Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport Faenza

Basket serie B, la Rekico a caccia della vittoria per brindare ai playoff

“Siamo reduci dalla battaglia contro Cento – spiega coach Marco Regazzi -, ma siamo pronti per affrontarne un’altra in casa di una squadra fortissima e in salute come Milano"

Manca una sola vittoria alla Rekico per brindare agli storici play off di serie B (mai nessuna squadra maschile faentina ha partecipato agli spareggi per salire in serie A2) e l’ultimo passo potrebbe essere compiuto giovedì sera in casa dell’Hikkaduwa Milano (palla a due ore 21, PalaIseo via Iseo 10, Milano), una partita che però sulla carta si preannuncia molto difficile. I milanesi sono in piena corsa per gli ultimi posti play off e stanno attraversando un ottimo momento di forma come dimostra il successo in casa di Piacenza di sabato scorso. Servirà dunque la miglior Rekico da trasferta per centrare il colpo grosso e a trascinarla al successo ci saranno molti faentini che nonostante si giochi di giovedì sera saranno presenti in prima fila nel palasport milanese.

L’AVVERSARIO - L’Hikkaduwa Milano è senza dubbio la squadra “più sfortunata” del girone, avendo dovuto convivere con problemi ed infortuni sin dallo scorso settembre. Uno scenario che non le ha permesso di lottare per le prime posizioni ed infatti a cinque giornate dalla fine della regular season è in corsa per uno degli ultimi posto play off con Padova, Reggio Emilia e Desio. Il roster di coach Riccardo Eliantonio, subentrato a stagione in corso, ha davvero tanta qualità in ogni reparto e molti giocatori con un lungo passato in serie A. Uno su tutti la guardia Andrea Ghiacci, sceso in campo soltanto in sette occasioni per colpa di un infortunio alla spalla che lo ha tenuto fermo ai box per molti mesi. Il miglior realizzatore è l’ala/pivot Andrea Paleari che viaggia a 15.8 punti a gara catturando 7.5 rimbalzi, seguito dal playmaker Simone Ferrarese con 14.7, e dalla guardia Matteo Motta con 14.1, arrivato nel mercato invernale dalla Fiorentina Basket (serie B girone A). Di grande livello è anche il reparto lunghi con i pivot Lorenzo Tortù (assente all’andata) e Tommaso Ingrosso, bravi nell’abbinare punti a rimbalzi. Tra gli esterni, attenzione a Nicolò Gorla, a Lorenzo Restelli e al 2000 Marco Laganà, cresciuto nelle giovanili dell’Olimpia Milano. All’andata la Rekico vinse 79-78 con un canestro di Alessio Donadoni segnato all’ultimo secondo.

IL PREPARTITA - “Siamo reduci dalla battaglia contro Cento – spiega coach Marco Regazzi -, ma siamo pronti per affrontarne un’altra in casa di una squadra fortissima e in salute come Milano. La preparazione a questo match sta procedendo molto bene: siamo un po’ acciaccati, ma abbiamo il morale alto, perché nonostante la sconfitta, domenica abbiamo giocato una buona gara. Per battere Milano dovremo essere perfetti, perché affronteremo una squadra con tanti giocatori di talento e d’esperienza, partita con obiettivi ambiziosi in estate, ma costretta ad occupare le posizioni di metà classifica per colpa dei tanti infortuni che l’hanno colpita per tutta la stagione. Il loro obiettivo sono i play off e per centrarli dovranno vincere la volata con altre tre squadre e quindi non potranno permettersi di perdere questa partita davanti al loro pubblico. Ci presenteremo in campo sereni, ben sapendo che il nostro traguardo play off è ad un passo e faremo di tutto per centrarlo il prima possibile. Abbiamo la giusta mentalità per affrontare questa dura settimana che terminerà domenica in casa con Bergamo e daremo il massimo per tornare alla vittoria già in questa occasione”.

PROSSIMO TURNO - Il calendario della Rekico prevede ora due partite consecutive casalinghe: domenica alle 18 al PalaCattani arriverà la CO.MARK Bergamo, mentre domenica 9 aprile alla stessa ora ci sarà il match contro la Gimar Lecco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket serie B, la Rekico a caccia della vittoria per brindare ai playoff

RavennaToday è in caricamento