rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Sport

Ottimo secondo posto per Matteo Rusticali: e ora testa alla Mini Transat

Ora si torna in Adriatico per un appuntamento importante organizzato dal Circolo Nautico del Savio, circolo di appartenenza di Matteo, che porterà in acqua i Mini 6.50 per il Memorial Bianchetti a giugno

Ottima prestazione per Matteo Rusticali che chiude la regata 222 MiniSolo con un secondo posto in categoria Proto. Partecipare a questo appuntamento per lo skipper romagnolo ha avuto un doppio significato: completare la qualifica in regata necessaria per accedere ufficialmente alla Mini Transat e testare la barca in modalità solitario. Infatti l’iscrizione di Rusticali a bordo di Ita 444 Spot, per la traversata oceanica dedicata ai Mini 6.50, aveva una condizione da completare per l’anno 2017; partecipare ad una regata qualificativa. Sfumata l’occasione del Gran Premio, per il problema alla sartia, rimaneva l’ultimo appuntamento italiano della 222MiniSolo.

Una partenza ricca di tensione quindi quella di venerdì scorso, che si è svolta nelle acque antistanti il porto di Genova Aeroporto, con un vento fresco e mare formato. Dopo il passaggio a Gallinara, primo way point del percorso, Rusticali inizia a guadagnare posizioni, ma è nella notte, con venti leggeri, che il distacco si fa sempre più grande e lo vede leader con il resto delle barche alle spalle. Le “ariette” sono condizioni che Rusticali sa gestire e che la barca predilige. Ritorna il vento con un angolo più stretto ed inizia un gioco di copertura tra Spot e Sideral, l’altro Proto rimasto in seconda fila e capitanato da Andrea Fornaro che si conclude all’arrivo a Genova, dopo 190 miglia di percorso.

“Ho passato tutto l’ultimo giorno al timone - dichiara Rusticali - cercando di mantenere sempre la posizione mentre il resto della flotta, a causa del vento leggero e non costante, si era nuovamente compattata". Alle ore 16.25 di domenica Spot Ita 444 taglia il traguardo conquistando il secondo posto nella categoria Proto, al primo posto Andrea Fornaro. "La mia barca è un vintage - conclude Rusticali - e aver regatato al passo con barche di nuova generazione mi fa sentire sicuro per la Mini Transat. Da oggi penso solo all'Oceano". Ora si torna in Adriatico per un appuntamento importante organizzato dal Circolo Nautico del Savio, circolo di appartenenza di Matteo, che porterà in acqua i Mini 6.50 per il Memorial Bianchetti a giugno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ottimo secondo posto per Matteo Rusticali: e ora testa alla Mini Transat

RavennaToday è in caricamento