Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport Faenza

Pallanuoto, il Centro sub nuoto Faenza chiude la stagione al secondo posto

"Sono fiero del mio gruppo: è cresciuto moltissimo, sia a livello tecnico, sia di comportamento in campo. E’ giusto che sia stata Carpi a vincere il campionato", commenta l'allenatore Massimiliano Moretti

Si è conclusa con la piazza d’onore la stagione sportiva ufficiale della prima squadra di pallanuoto del Centro Sub Nuoto Club 2000 di Faenza nel Campionato Emilia-Romagna di Promozione: a vincerlo è stata, come da pronostico della vigilia, la Coopernuoto Carpi, a cui la formazione di Faenza ha tenuto testa fino a quando ha potuto contare sull’intero organico.

Gli emiliani hanno conquistato pertanto il diritto a disputare il prossimo campionato di Serie C, mentre i faentini possono ancora confidare in circostanze originate dal particolare momento che attraversa lo sport, con società che rinunciano o con necessarie ristrutturazioni dei tornei a causa della perdurante attenzione sanitaria.

La quarta giornata di ritorno ha visto la squadra allenata da Massimiliano Moretti imporsi sabato sera sulla Polisportiva Comunale Riccione per 11 a 7 in trasferta nella vasca all’aperto dello Stadio del Nuoto. “La penultima partita era sentita come una finale - commenta il coach -. Riccione aveva 6 punti in meno di noi in classifica e, se avessimo perso quella ed anche la partita del giorno dopo con loro doppiamente vincenti, ci saremmo trovati al secondo posto a pari merito. La nostra squadra si è però dimostrata molto competitiva e unita, concentrata sull'obiettivo di battere Riccione”.

L’ultima gara della stagione valida per la quinta giornata di ritorno vedeva la capolista Coopernuoto Carpi ospite domenica pomeriggio a Faenza: con lo scarto minimo è arrivato il successo dei modenesi per 12 a 11. “Aspettavamo con ansia questo incontro, consapevoli del nostro potenziale, e volevamo riscattare il risultato dell'andata (6 a 11), partita giocata in una situazione molto complicata per noi in quel momento e per questo sapevamo stavolta di poter dare di più - dice Moretti, che per tutta la stagione ha avuto al suo fianco Piero Calderoni -. Abbiamo fatto la miglior partita del campionato mettendo in difficoltà Carpi. Al terzo tempo eravamo in vantaggio per 7 a 5, ma come per tutta questa stagione la mancanza di alcuni titolari, tre per l'esattezza, ci ha penalizzato portandoci a commettere errori di distrazione. E’ l'unico rammarico che ho di questa annata".

"Sono fiero del mio gruppo - aggiunge l’allenatore - è cresciuto moltissimo, sia a livello tecnico, sia di comportamento in campo. E’ giusto che sia stata Carpi a vincere il campionato: ha saputo sfruttare il suo organico al meglio. Ringrazio Gregorio Marchi che a pochi giorni dall'inizio del campionato è diventato il nostro portiere titolare, vista la rinuncia del nostro storico portiere, lasciando il suo ruolo di mancino: è stato il nostro miglior giocatore della stagione con le sue parate”.

La classifica finale del Campionato regionale di Promozione dopo 10 giornate: Coopernuoto Carpi 30 punti (a punteggio pieno, promossa in Serie C), Centro Sub Nuoto Club 2000 Faenza 19 punti (6 partite vinte, 1 pareggiata, 3 perse, 92 goal fatti, 81 goal subiti); Polisportiva Comunale Riccione 13 punti; Rari Nantes Romagna Forlì 11; Sterlino Bologna 9; Valmar Novafeltria 4.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto, il Centro sub nuoto Faenza chiude la stagione al secondo posto

RavennaToday è in caricamento