Sport

Volley, il Porto Robur Costa incontra i partner: "Siamo ottimisti per il futuro"

"I nostri prossimi obiettivi sono quelli di riuscire a raggiungere quota mille tessere vendute e quota 30mila spettatori totali nei match disputati in casa", afferma Bonitta

I dirigenti del Porto Robur Costa hanno illustrato i numeri relativi alla regular season della Bunge davanti a una cinquantina di rappresentanti dei partner commerciali (il 70% del totale degli sponsor). Ha aperto l’incontro con una breve introduzione il presidente Luca Casadio, seguito dai saluti ai presenti da parte dell’assessore allo Sport Roberto Fagnani, che ha ribadito l’intenzione dell’amministrazione comunale di costruire a Ravenna un nuovo palazzetto dello sport. Il direttore generale Marco Bonitta ha poi avuto il compito di cominciare la relazione, analizzando le cifre che illustrano un trend di crescita sia dal punto di vista sportivo, sia da quello della visibilità, in netta controtendenza rispetto ai risultati ottenuti nell’ultima stagione. Successivamente il responsabile dell’area commerciale Jacopo Pasini ha mostrato una serie di dati che confermano come la città di Ravenna, dai semplici cittadini e tifosi fino alle aziende del territorio, si sia riavvicinata alla squadra in seguito alla scelta di tornare a disputare il campionato di Superlega al Pala De André.

“La storia ci dice che la pallavolo sia sbarcata a Ravenna, con precisione a Porto Corsini, nei primi anni del Novecento – racconta con orgoglio il presidente Luca Casadio – ed è bello condividere con i ravennati la passione per questo sport. Il nostro è un gruppo di amici che porta avanti il progetto Porto Robur Costa per puro amore per il volley. La nostra è una società che non ha un padrone o un mecenate, caso unico nei massimi tornei degli sport più importanti in Italia. In un tale contesto è quindi soprattutto l’aiuto degli sponsor che ci ha permesso di disputare un bellissimo campionato, costruendo una formazione competitiva, e in particolare di sostenere il lavoro e l’impegno dei nostri collaboratori e dei nostri volontari, dalla prima squadra fino al settore giovanile”.

Il pensiero di Bonitta è infine dedicato in particolare ai partner commerciali: “La stagione non è ancora finita, ma vi voglio ringraziare per il vostro appoggio. Grazie a tutti voi, da quelli che ci affiancano da tanti anni fino a quelli che hanno iniziato il percorso con noi da questo campionato. Questa stagione è stata caratterizzata dal ritorno a Ravenna dopo due tornei disputati a Forlì e per la squadra si è trattata di una sorta di anno zero anche dal punto di vista tecnico. Era il primo torneo che avevamo Spirito come palleggiatore, e con lui la squadra ha vinto di più rispetto ai primi anni di Toniutti e Cavanna. Considerato che Luca resterà in regia anche nel prossimo campionato, sono ottimista per il futuro e sono sicuro che la squadra sarà capace di vincere un maggior numero di partite. Anche dal punto di vista degli abbonati e degli spettatori siamo cresciuti rispetto al passato. I nostri prossimi obiettivi sono quelli di riuscire a raggiungere quota mille tessere vendute e quota 30mila spettatori totali nei match disputati in casa”.
...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, il Porto Robur Costa incontra i partner: "Siamo ottimisti per il futuro"

RavennaToday è in caricamento