Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Imola è la gara di casa per l'AlphaTauri. Gasly e Tsunoda innamorati delle curve del Santerno

Questo fine settimana l'Enzo e Dino Ferrari sarà teatro infatti del Pirelli Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna

Imola riapre il calendario europeo di Formula Uno. Questo fine settimana l'Enzo e Dino Ferrari sarà teatro infatti del Pirelli Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna e per la terra dei motori si tratta di una nuova conferma dopo il round vinto da Lewis Hamilton svoltosi a novembre, che aveva visto la Formula 1 di nuovo sulle rive del Santerno dopo 14 anni dall’ultima edizione del 2006. C'è attesa per la Scuderia AlphaTauri, che ha in Imola la gara di casa avendo la factory di Faenza a poche decine di chilometri. 

“E' uno dei miei circuiti preferiti – esclama Pierre Gasly, sfortunato nel debutto in Bahrain e subito fuori gioco a causa di una collisione con la McLaren di Daniel Ricciardo -. E' una pista tecnica che adoro, con molte curve veloci e che tiene impegnato il pilota per tutto il giro senza momenti di rilassamento. L'anno scorso qui ho ottenuto la mia migliore qualifica di sempre con il team, in seconda fila. Sfortunatamente, quella gara si è conclusa presto per un problema mentre ero quinto, ma fino in quel momento era stato un ottimo fine settimana. Quindi ora non vedo l'ora di tornare per riscattare la delusione dello scorso anno”.
 
Il francese è ottimista: “La squadra ha lavorato molto sin dalla prima gara, in quanto ci sono ancora aree in cui possiamo migliorare,  ma all'inizio della stagione possiamo aspettarci che tutti i team facciano progressi man mano che si conoscono al meglio le nuove monoposto. Quindi, dobbiamo lavorare sodo. Da quello che abbiamo visto in Bahrain, sembra che abbiamo un pacchetto che ci permetterà di lottare per i punti importanti”.

Riflettori puntati su Yuki Tsunoda, subito a punti al debutto nella massima serie (nono a Sakhir). Proprio a Imola il simpatico giapponese ha completato i primi chilometri al volante di una monoposto di Formula Uno. “Sono ottimista – esclama -  Il circuito ha molte curve a media velocità e i piace la Variante del Tamburello. E' una pista particolare, con parecchi sali e scendi e per questo mi piace molto. Penso che questo sia il motivo per cui a tanti piloti piace gareggiare qui, perché è diversao dagli altri circuiti. Mi piace anche il tratto delle Acque Minerali”.

Tornando al suo debutto, Tsunoda confessa di esser rimasto “sempre concentrato”. “Non mi sentivo sotto pressione; probabilmente mi ha aiutato il fatto che abbiamo svolto i nostri test pre-stagionali sulla stessa pista. Penso che quando arriveremo su piste nuove per me, come Portimao e Monaco, sarà più difficile del Bahrain". Quando al weekend imolese, “cercherò di prendere gradualmente il ritmo, senza commettere errori nelle FP1. Inoltre, avendo già girato in inverno, possiamo concentrarci solo sull'assetto della vettura, cercando di massimizzare questo vantaggio al fine di poter ottenere un buon risultato. È importante perché è la gara di casa per la squadra".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imola è la gara di casa per l'AlphaTauri. Gasly e Tsunoda innamorati delle curve del Santerno

RavennaToday è in caricamento