Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Volley, la Bunge torna al Pala De André per sfidare l'Exprivia in un delicato scontro diretto

"Dobbiamo archiviare al più presto la brutta esperienza di Verona - dichiara il tecnico Fabio Soli - tenendo bene a mente l’insegnamento ricevuto"

Terminato il tour de force che ha visto la Bunge affrontare una dopo l’altra tre corazzate della Superlega, tra l’altro con alcuni risultati più che positivi (vittoria a Modena), i ravennati tornano al Pala De André per sfidare l’Exprivia in un delicato scontro diretto. Spenti i riflettori sul match da sold out (più di 3300 spettatori nelle tribune stracolme del palazzetto) contro la Sir Safety Perugia di Zaytsev, Lyneel e compagni ospitano la formazione di Molfetta nell’anticipo della sesta giornata di ritorno, in programma venerdì in diretta televisiva su Rai Sport 1 (inizio ore 20.30, arbitri Sandro La Micela di Trento e Andrea Pozzato di Bolzano), con l’intenzione di riprendere la buona tradizione casalinga con le rivali per la lotta ai playoff. Finora il sestetto di Soli ha infatti sempre sorriso davanti al suo pubblico, superando una dopo l’altra Latina, Milano, Sora e Padova, e il risultato del precedente in terra pugliese disputato nel girone di andata (vittoria in quattro set) fa ben sperare i sostenitori giallorossi. “Dobbiamo archiviare al più presto la brutta esperienza di Verona - dichiara il tecnico Fabio Soli - tenendo bene a mente l’insegnamento ricevuto. Contro nessun avversario ci si può permettere di scendere in campo in quel modo, a maggior ragione quando hai di fronte una delle corazzate del torneo, perché sennò si rischia di fare delle figuracce. La gara con Molfetta assume una grande importanza, in quanto affrontiamo una rivale diretta alla corsa ai playoff. Per restare attaccati all’ottavo posto è necessario conquistare un risultato positivo. Di questo ne è consapevole anche l’Exprivia, una squadra tosta e con tanta carica agonistica che verrà a Ravenna per non far cadere una palla per terra”.

Venerdì sarà una giornata speciale per Torres che, oltre a essere un ex della partita, si vedrà assegnare il premio UnipolSai MVP del mese di dicembre grazie alle due nomination conquistate in occasione della 13a giornata di andata e della 1a giornata di ritorno. L’opposto portoricano nei nove set totali giocati contro la Biosì Indexa Sora e la Kioene Padova ha sbaragliato la concorrenza grazie ai punti realizzati (nell’ordine 27 e 26) e verrà premiato domani prima del fischio di inizio del match. Oltre a Torres il tecnico Soli dovrebbe avere a disposizione tutti i giocatori in organico, riproponendo con ogni probabilità il solito sestetto completato da Spirito in regia, Bossi e Ricci centrali e Lyneel e Van Garderen schiacciatori (Goi libero). “Mi aspetto una gara nervosa, dove noi dovremo cercare di essere sereni e consapevoli dei nostri mezzi, capaci di giocare con spirito di sacrificio quando bisognerà farlo. E soprattutto dovremo essere umili, come è già accaduto tante volte in questo torneo. Bisogna stare attenti a un avversario che sta dando il massimo e che può contare su due punti di riferimento importanti come De Barros e Sabbi, a cui si uniscono elementi di sicuro affidamento come Polo, Olteanu e De Pandis. Mi aspetto una Molfetta diversa dall’andata – termina Soli – con un approccio alla partita molto più combattivo e determinato”.

Alla sua quarta stagione di fila nel massimo campionato nazionale di pallavolo, l’Exprivia ha subìto dei cambiamenti da quella partita disputata a fine ottobre. In primo luogo è cambiato il tecnico, con il navigato Flavio Gulinelli che in panchina ha preso il posto dell’altrettanto esperto Vincenzo Di Pinto. In secondo luogo a dicembre è sbarcato in terra pugliese il centrale brasiliano Maicon José Leite Costa, a cementare un reparto che con l’ex Polo e il baby Vitelli rappresenta uno dei punti di forza degli avversari. In diagonale bisogna fare attenzione al bombardiere azzurro Sabbi, innescato dal regista Thiago Pontes Veloso, mentre il pacchetto schiacciatori è composto dall’altro brasiliano Joao Rafael De Barros Ferreira e dall’esperto rumeno Olteanu. “Ci giochiamo molto anche contro Ravenna – dichiara l’ex Alberto Polo – che ha un solo punto più di noi. L'abbiamo preparata bene speriamo in una grande gara anche perché siamo ancora in corsa per i playoff e battere una diretta concorrente sarebbe già molto in quest’ottica. Sicuramente tornare al Pala De André e giocarci da avversario ha il suo fascino ma devo restare concentrato e stare sempre al meglio. C’è anche la diretta sulla RAI quindi ci teniamo particolarmente a non fare brutte figure”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, la Bunge torna al Pala De André per sfidare l'Exprivia in un delicato scontro diretto

RavennaToday è in caricamento