rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Sport

Volley, playoff Challenge: a Verona l’ultimo atto della stagione per la Bunge

Domenica all’Agsm Forum sono in programma le due semifinali: alle 17.30 si disputa LPR Piacenza-Gi Group Monza, mentre alle 20.30 la Bunge sfiderà i padroni di casa della Calzedonia (arbitri Bruno Frapiccini di Ancona e Andrea Pozzato di Bolzano).

Va in scena a Verona l’ultimo atto della stagione per la Bunge, che nella Final Four per il quinto posto scenderà in campo con l’obiettivo di staccare il pass per la partecipazione alla Challenge Cup. La vittoria di questi playoff, a cui i ravennati sono approdati grazie al successo nei quarti con Vibo Valentia, apre infatti le porte dell’Europa, con l’accesso all’edizione 2017-18 della coppa. Domenica all’Agsm Forum sono in programma le due semifinali: alle 17.30 si disputa LPR Piacenza-Gi Group Monza, mentre alle 20.30 la  Bunge sfiderà i padroni di casa della Calzedonia (arbitri Bruno Frapiccini di Ancona e Andrea Pozzato di Bolzano).

Le due vincitrici si sfideranno lunedì alle 20.30 nella resa dei conti. “Ci siamo guadagnati con merito un palcoscenico importante per un gruppo giovane come il nostro - spiega il tecnico Fabio Soli - e vogliamo cercare di andare più avanti possibile. Partecipare a una coppa europea sarebbe una grande esperienza per i giocatori, rappresentando un momento di crescita, confronto e visibilità. E’ un motivo di orgoglio potersi misurare per un traguardo così prestigioso, sia per la squadra, sia per il nostro sponsor internazionale. Ci tuffiamo in questa Final Four consapevoli che le altre tre squadre si sono piazzate tutte davanti a noi alla fine della regular season, ma anche con grande serenità e con la sicurezza di poter fare bene”.

Se da una parte ci sarà una Calzedonia che gioca nel proprio impianto e che è decisa a regalare una gioia ai suoi tifosi, dall’altra parte della rete ci sarà una Bunge che proverà a sorprendere i favoritissimi padroni di casa. A parte il giovane Calarco, tutti i giocatori sono a disposizione del tecnico Soli, che dovrebbe quindi schierare il solito sestetto titolare con il regista Spirito, l’opposto Torres, gli schiacciatori Lyneel  e Van Garderen, i centrali Bossi e Ricci e il libero Goi. “Non sarà facile, in quanto in semifinale incontriamo la Calzedonia, che è la formazione più forte nel gruppo delle partecipanti. In campionato abbiamo faticato molto contro Verona, perdendo entrambi i match disputati, e questo deve essere uno stimolo in più per provare a metterla in difficoltà. L’aggressività, in particolare in battuta, e la continuità sono le caratteristiche che dovremo mettere in campo per contrastare la potenza di fuoco degli attaccanti avversari. Sulla carta i padroni di casa ci sono superiori – termina Soli – ma penso anche che in una gara secca potremo dire la nostra”.

Il sestetto titolare del coach Nikola Grbic dovrebbe registrare qualche variazione rispetto all’ultimo precedente disputato a Verona, vinto dalla Calzedonia in tre set. La diagonale dovrebbe essere composta dal regista Baranowicz e dal giovane opposto sloveno Stern, al posto dell’acciaccato Djuric, mentre in banda ci saranno i martelli Kovacevic e Randazzo, al centro Anzani e Zingel (in panchina l’ex Mengozzi) e in seconda linea Giovi. “Per noi è ovviamente una partita importantissima – presenta il match il tecnico Grbic – e tutta la nostra concentrazione sarà su Ravenna. I nostri pensieri, ora, sono solo per gli avversari della semifinale. Sono due settimane che non giochiamo, ma cercheremo di arrivare pronti e con il giusto ritmo a questo appuntamento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, playoff Challenge: a Verona l’ultimo atto della stagione per la Bunge

RavennaToday è in caricamento