Sport

Volley, quinta sfida in soli sedici giorni: la Bunge fa visita a Piacenza

Quindi, come mercoledì, in casa Bunge si profila un ballottaggio a tre nel settore schiacciatori, con Grazdanov e Raffaelli a giocarsi il posto al fianco di Van Garderen

E’ una SuperLega che non concede tregue e che propone alla Bunge la quinta sfida in soli sedici giorni. Quella della decima giornata di andata, in programma domenica alle 18, vedrà i giallorossi affrontare a Piacenza (arbitri Gnani e Pasquali, diretta tv su Lega Volley Channel) la quotata LPR. I biancorossi nel turno di mercoledì hanno perso a Vibo Valentia, ma in precedenza erano stati capaci di vincere cinque gare di fila, portandosi alle spalle delle corazzate del torneo. In settimana sono stati sorpassati da Monza e ora si trovano al sesto posto, ma hanno un match da recuperare (quello con Trento, in calendario il 17 novembre) e possono contare su quattro lunghezze di vantaggio su Ravenna. “Andiamo a Piacenza a testa alta – spiega il coach Fabio Soli – pronti a lottare per cercare di conquistare un risultato positivo. Ci manca ancora qualcosa per essere vincenti contro una squadra di livello così alto come questa, ma ci proveremo e tireremo fuori le nostre forze per contrastarla in tutti modi. La LPR è stata costruita per puntare a obiettivi diversi dai nostri e può contare su un organico completo e ricco di alternative, con una delle diagonali più forti del campionato”.

Dopo il forfait nella partita contro Civitanova, anche il capitano Julien Lyneel sarà nel gruppo in partenza per Piacenza. Le condizioni fisiche del francese, vittima di una distorsione alla caviglia, saranno monitorate dallo staff medico del Porto Robur Costa e solo nella giornata di domani si deciderà se poterlo utilizzare o no. “Julien è un elemento molto importante e non vogliamo forzare i tempi del recupero. In ogni caso nel volley tutto è possibile e scenderemo in campo come abbiamo fatto altre volte, per esempio a Perugia, Molfetta e Monza, dove abbiamo sempre conquistato dei punti. Per farcela dovremo esprimere la nostra migliore pallavolo, con la consapevolezza di dover avere tanta pazienza e resistere nei momenti di difficoltà – termina Soli – provando a sfruttare qualsiasi opportunità che ci potrà capitare”.

Quindi, come mercoledì, in casa Bunge si profila un ballottaggio a tre nel settore schiacciatori, con Grazdanov e Raffaelli a giocarsi il posto al fianco di Van Garderen, mentre al centro ci sarà la solita corsa per due maglie tra Ricci, Kaminski e Bossi. Scontata invece la conferma della diagonale formata da Spirito e Torres. Non ci sono invece defezioni in casa piacentina, con il coach Giuliani che dovrebbe avere a disposizione l’intera rosa. A dirigere le operazioni in regia sarà Hierrezuelo, mentre il compito di attaccare sarà sulle spalle dell’opposto Hernandez e delle bande Clevenot, Zlatanov e Marshall. Completano la formazione i centrali Alletti, Yosifov e Tencati, mentre pronti a entrare ci saranno Parodi e l’inossidabile Papi (libero Manià). “La partita di domenica sarà fondamentale per noi – dichiara Hristo Zlatanov, unico ex del match –. Torniamo a giocare tra le mura amiche e faremo di tutto per conquistare punti utili per la classifica con l’obiettivo di spezzarla per rimanere competitivi e attaccati alle dirette avversarie. Al rientro dalla trasferta di Vibo Valentia siamo tornati subito al lavoro: domenica ci servirà tutta l’unione di squadra, la caparbietà e la determinazione viste nelle cinque gare in cui siamo usciti vittoriosi dal campo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, quinta sfida in soli sedici giorni: la Bunge fa visita a Piacenza

RavennaToday è in caricamento