Serie D, per la prima di campionato il Ravenna a caccia dell'acuto vincente

“Vogliamo e speriamo di confermare quanto di buono fatto finora - ribadisce l’allenatore dei giallorossi, Mauro Antonioli - sapendo però che dobbiamo migliorare ancora sotto tanti profili e che dobbiamo crescere per portare tutti i ragazzi in condizione ottimale"

Chiuso un pre-campionato di grande spessore, con zero sconfitte e zero gol incassati e l’approdo ai trentaduesimi della Coppa Italia, il Ravenna FC inizia il campionato di Serie D (l’11° della sua storia), con l’obiettivo dichiarato di disputare una stagione da protagonista. A tastare il polso alle ambizioni e alle consapevolezze della squadra giallorossa è domenica (al Benelli il fischio d’inizio dell’arbitro Cecchin di Bassano del Grappa, assistito da Santoruvo di Piacenza e Franco di Padova, è fissato alle ore 15) la Rignanese, matricola toscana al suo esordio assoluto in questa categoria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Vogliamo e speriamo di confermare quanto di buono fatto finora - ribadisce l’allenatore dei giallorossi, Mauro Antonioli - sapendo però che dobbiamo migliorare ancora sotto tanti profili e che dobbiamo crescere per portare tutti i ragazzi in condizione ottimale. Della Rignanese non sappiamo molto però, avendo vinto il campionato di Eccellenza, porterà sul campo sicuramente entusiasmo e mentalità vincente. Dovremo essere bravi a capire subito che tipo di partita ci attende e adottare le contromisure giuste per scardinare la loro difesa. Iniziamo in casa, vogliamo partire col piede giusto. Vorrei vedere la mia squadra come mentalità cercare sempre i tre punti”. Per la prima di campionato, mister Antonioli deve fare i conti con numerose assenze: gli infortunati Grandoni, Lelj, Zupaprdo, Foschi e Mingozzi e lo squalificato Minardi. “Gli indisponibili sono tanti – osserva – ma ho chiesto e ottenuto dalla società giocatori duttili e intercambiabili. Non ci sono, in questo gruppo, titolari fissi e riserve sicure, ma c’è una buona base per fare bene. Tutti devono ritenersi importanti e tutti devono sentirsi partecipi di questo progetto e di questa squadra. Chi scenderà in campo domani sono sicuro che non farà notare le assenze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento