Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport Faenza

I premi “Fair Play” del Panathlon: riconoscimenti a Alfonso Saviotti, Annalisa Bandini e sei giovani atleti

A premiare sono stati l’assessore allo sport del Comune di Faenza Claudia Zivieri, il presidente del Panathlon Club Faenza, Mauro Benericetti e il referente Commissione distrettuale Panathlon, Ivo Garavini

Due gentleman dello sport e alcune giovani promesse. L’edizione 2016 del il Premio Fair Play del Panathlon Club Faenza ha messo in evidenza due personalità. Alfonso Saviotti, insegnante di educazione fisica, allenatore della squadra di basket femminile negli anni 60 e poi, negli anni ’70, tra i pionieri dello sport della pallamano e primo tecnico nel 1983, della società Handball Faenza che ha ricevuto il premio alla Carriera; la podista Annalisa Zannoni premiata per il Gesto: alla maratona di Boston ha fermato il cronometro a 200 metri dall’arrivo e ha aiutato un’altra runner fino al traguardo.

Durante la manifestazione sono stati premiati alcuni giovani atleti che si sono particolarmente distinti nell’attività agonistica: Nicola Visani (kart senza motore), Mattia Taroni (beach tennis), Viola Baldassarri (ginnastica), Riccardo Bacchini (atletica), Manuele Tarozzi (ciclismo) e Gheorghe Macarie (lotta). Hanno ricevuto riconoscimenti intitolati a panathleti faentini scomparsi (Rodolfo Nisiro, Giuseppe Polverigiani, Silvano Montevecchi, Mario Rosetti, Luigi Rava e Federico Silvestrini). A premiare sono stati l’assessore allo sport del Comune di Faenza Claudia Zivieri, il presidente del Panathlon Club Faenza, Mauro Benericetti e il referente Commissione distrettuale Panathlon, Ivo Garavini. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I premi “Fair Play” del Panathlon: riconoscimenti a Alfonso Saviotti, Annalisa Bandini e sei giovani atleti

RavennaToday è in caricamento