Il Ravenna cerca il tris di vittorie con l'Arzignano: Papa, Giovinco e Pellizzari stringono i denti

Foschi ha lavorato con la serenità della classifica e la consapevolezza crescente da parte della squadra dei propri mezzi

Sabato (fischio d’inizio 18,30) il Ravenna riceve l’Arzignano Valchiampo con il morale di squadra e tifoseria giustamente alle stelle alla luce delle due splendide vittorie come quelle di Trieste e Padova. Un aspetto senz’altro positivo, che però dovrà essere gestito nel migliore dei modi per evitare quei cali di tensione che hanno contraddistinto alcune gare interne della scorsa stagione giudicate sulla carta meno proibitive di altre.  Questo campionato lo ha già dimostrato, chi sottovaluta l’avversario tende a farsi male, ed il Ravenna FC dovrà tenere i piedi ben saldi per terra e non focalizzarsi sulla posizione di classifica dell’Arzignano, squadra che per ora ha mostrato buone cose e che alla luce della mancanza di vittorie si presenteranno al Benelli ancora più agguerriti e determinati ad invertire questa tendenza. 

"La condizione psicologica è sicuramente buona, perché al di la del risultato abbiamo fatto delle buone prestazioni - esordisce mister Luciano Foschi -. Dal punto di vista fisico stiamo recuperando qualche elemento, quindi anche li si fa qualche passo avanti. Riguardo all’Arzignano, non dobbiamo farci influenzare troppo positivamente dalle due vittorie con squadre di blasone, dobbiamo tenere ben presente quale sia il nostro obbiettivo. La squadra che andremo ad affrontare, anche se in fondo alla classifica è una squadra come noi, con delle individualità, che corre, lotta e che ha messo in difficoltà chi ha incontrato. Noi dobbiamo essere bravi a mettere in campo le nostre qualità e mettere in campo lo stesso atteggiamento che abbiamo avuto nelle altre partite". 

Allenati da Alberto Colombo, nei giallocelesti troviamo tanti giocatori giovani, ma anche elementi che ben conoscono la categoria e che hanno già incrociato la strada con il Ravenna FC come Piccioni ex Santarcangelo e Teramo o Rocco ex Giana Erminio, inoltre tra le file dei veneti ritroveremo Riccardo Barzaghi che alle spalle ha due campionati in giallorosso.  Unici precedenti tra le squadre nel campionato di serie D 20015/16 dove al Benelli l’incontro termine a reti inviolate ed al ritorno in trasferta i giallorossi subirono una delle sconfitte più cocenti di questa gestione, un 4 a 0 firmato dalla tripletta di Trinchieri. Foschi, che in settimana ha lavorato con la serenità della classifica e la consapevolezza crescente da parte della squadra dei propri mezzi, comincia a recuperare qualche giocatore dall’infermeria, saranno convocati infatti Papa, Giovinco e Pellizzari, che pur non essendo al meglio, potranno rappresentare comunque un alternativa in più alla vigilia di una settimana che prevederà la trasferta di mercoledì a Verona, e l’attesissimo derby contro il Cesena di domenica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nel riminese il primo caso in Romagna

  • Proroga della chiusura delle scuole? In Regione ci stanno pensando. L'assessore alla Sanità: "E' probabile"

Torna su
RavennaToday è in caricamento