menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Massimo Argnani

Foto di Massimo Argnani

Prima spreca, poi si spegne: il Ravenna viene messo all'angolo dal Perugia e resta ultimo

Ora per i ragazzi di mister Colucci, ancora in fondo alla classifica con 26 lunghezze, si fa davvero dura

Non riesce a ribaltare il favore del pronostico il Ravenna, che al Benelli cede 3-0 contro il Perugia. Dopo un primo tempo a reti bianche, con 3 occasioni da rete non sfruttate dai bizantini contro le 2 ospiti, Papa e compagni si spengono nella ripresa. Rientrati dagli spogliatoi infatti gioca solo il Perugia, che schiaccia i romagnoli, incapaci di rendersi pericolosi e privi di una reazione dopo la prima rete ospite di Rosi, autore anche dell'assist per il colpo di testa vincente di Bianchimano. Terza rete firmata Burrai, entrato nella ripresa, su calcio di punizione. Ora per i ragazzi di mister Colucci, ancora in fondo alla classifica con 26 lunghezze, si fa davvero dura. L'imperativo è fare punti nella prossima trasferta sul campo dell'Arezzo. 

LA PARTITA

Padroni di casa come sempre molto solidi dietro, e trovano due occasioni da gol nella prima metà del primo tempo. Entrambe capitano a Sereni, che al 14' elude la doppia marcatura e col mancino mette fuori di poco, mentre al 20', dopo un contropiede con Papa che lo manda davanti a Minelli, vede salvare il suo tentativo da Monaco. Tre minuti più tardi sono ancora i giallorossi a rendersi pericolosi, questa volta con Ferretti: defilato a destra prova a sorprendere l'estremo difensore perugino, che però riesce a rifugiarsi in calcio d'angolo. Sul finale del primo tempo, due occasioni anche per gli ospiti: al 41' un colpo di testa di Crialese viene deviato e colpisce il palo alla destra di Tomei, poi 4' Vanbaleghem su punizione pesca Negro, che di testa spedisce fuori di un soffio, ancora alla destra del portiere ravvenate. 

Dopo 9 minuti di ripresa il Grifo passa in vantaggio: prima Tomei con un colpo di reni salva su Murano, poi sulla respinta Rosi è il più lesto e su tap-in sblocca il match, trovando il suo secondo gol in campionato. Due minuti più tardi sfiorano il raddoppio gli ospiti, con un destro di Kouan dal limite di poco fuori. Insistono gli umbri a caccia del bis, al 69' il sinistro di Melchiorri viene deviato da Codromaz, che prende in controtempo Tomei, ma il portiere con un gran riflesso tiene a galla i compagni e mette in angolo. Ancora Melchiorri, Tomei e Codromaz protagonisti: l'attaccante salta difensore, ma il portiere riesce a chiudergli lo specchio e blocca la sua conclusione in due tempi. Perugia che chiude il match al 74': l'autore del gol Rosi pesca in mezzo Bianchimano, che di testa fa 0-2. Tris degli ospiti all'89': Burrai su punizione dal limite, leggermente sulla sinistra, la mette sotto alla traversa.

RAVENNA (4-4-2): Tomei; Shiba (92' Alari), Codromaz, Boccaccini (93' Caidi), Perri; Ferretti, Fiorani (76' Rocchi), Esposito, Papa (93' Fiore); Martignago (66' Marozzi), Sereni. A disp. Albertoni, Raspa, Jidayi, Mancini, Zanoni. All. Colucci.

PERUGIA (4-3-2-1): Minelli; Rosi (79' Cancellotti), Negro, Monaco, Crialese (79' Di Noia); Sounas, Vanbaleghem, Kouan; Elia (65' Bianchimano), Falzerano (59' Burrai); Murano (64' Melchiorri). A disp. Bocci, Favalli, Cancellotti, Angori, Minesso, Vano. All. Caserta.

Foto di Massimo Argnani

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento