menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Domenica l'ultima spiaggia per il Ravenna col Carpi, Colucci: "Mi auguro che il Cesena voglia vincere"

"Dobbiamo pensare a noi e vincere la partita, abbiamo un solo risultato per poi eventualmente sperare"

Domenica sarà l’ultima spiaggia per il Ravenna: vincere col Carpi per sperare di giocare i playout, o retrocedere. Ma i giallorossi potrebbero anche restare all’ultimo posto in caso di vittoria: questo accadrà se, contemporaneamente al successo dei ragazzi di Colucci, l’Arezzo espugnerà Cesena, oppure se gli aretini pareggeranno e allo stesso tempo bizantini vinceranno con meno di cinque reti di scarto. Insomma, una situazione delicata a dir poco, soprattutto se si considera che il Cesena non abbia l’assoluta urgenza dei tre punti.

Alla lista degli indisponibili per l'ultima di campionato si aggiunge Martignago (elongazione al flessore per lui). Mister Leonardo Colucci, nonostante gli emiliani non abbiano più nulla da chiedere al campionato, non si fida: “Mi auguro che si faccia gol e si vinca la partita, non è per niente facile. Per esperienza la partita la devi preparare e giocare bene. Servono voglia e sudore, non credo a squadre dimesse o quant’altro. Dobbiamo pensare a noi e vincere la partita, abbiamo un solo risultato per poi eventualmente sperare”.

Non sempre la tensione porta errori, se non eccede può anche aiutarti ad esprimere al meglio le tue qualità: “La sana preoccupazione ti fa arrivare all’evento preparato, però uno che fa questa professione deve essere preoccupato già dal primo giorno. Quel piccolo timore ti fa arrivare alla domenica già pronto all’evento, il pensiero della sconfitta lacera. Solo al pensiero di essa sei portato ad impegnarti ad andare anche oltre le tue reali potenzialità”.

Colucci deve sperare che il Cesena non faccia scherzi: “Mi auguro che il Cesena voglia vincere, tifo per loro. Noi dobbiamo essere bravi a vincere la nostra”. L’allenatore è consapevole, anche a causa delle numerose assenze, che battere il Carpi con cinque reti di scarto sia quasi impossibile: “Partiamo per vincere, la goleada è una conseguenza. Che io ricordi abbiamo fatto 3 gol soltanto con l’Imolese. Per fare goleade devi avere delle frecce. Devo guardare la realtà, non ho nemmeno la possibilità di partire con 4 attaccanti, a volte se parti con la mezza punta hai più occasioni perché magari si inseriscono i centrocampisti e i terzini”.

Infine, il Mister ribadisce un concetto importante: “Dobbiamo pensare ed essere focalizzati sulla nostra partita, ai ragazzi l’ho detto martedì, giovedì e glielo ripeterò ancora. Non succede ai livelli alti di pensare alla tua e all’altra, al triplice fischio vedremo gli altri campi”.
 

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento